sempre bugie

Anche oggi ho sentito su una rete TV la preoccupazione per l’esistenza dei poveri nel nostro Paese e di come la classe media sia scomparsa constatando così che i ricchi sono diventati più ricchi e di conseguenza al contrario ci sono più poveri. Hanno poi anche aggiunto come il prossimo Governo debba mettere in primo piano questo problema unitamente alla questione lavoro e per la prima volta hanno sottolineato come la flat tax possa essere uno strumento importante per aiutare gli imprenditori ad investire ed a creare posti di lavoro. La mia sorpresa non è stata la constatazione che le cose dette sono da me ripetute da tempo e che forse entrano nella mente dei” potenti “ , ma che le osservazioni fatte sono state espresse da un importante politico che ha persino occupato una poltrona di ministro. Vuoi vedere che il tutto è solo per ottenere qualche voto in più e conservare la poltrona dato che questo personaggio e gli altri della CASTA ai poveri pensano solo a parole dato che questa situazione si è aggravata proprio durante il loro governo e non pare proprio che essi siano poveri tant’é che si guardano bene dal ridurre i loro stipendi e i loro benefici pagati, guarda caso, da coloro che sono diventati o sono da tempo POVERI. Viva la CASTA che sa anche prenderci in giro. Uniamoci per CACCIARLI –

Osservazioni

Per l’aumento di 1 o 2 centesimi del sacchetto per frutta e verdura abbiamo avuto tutta una serie di interviste, commenti, trasmissioni. Non è stata riservata la stessa attenzione per gli aumenti annunciati di gas, elettricità, autostrade e altro. Sottovoce è passata anche la richiesta dei Sindaci del Belice di completare la ricostruzione dopo 50 anni dal disastro. Siamo fatti così. Ecco perché ci lamentiamo di tutto, ma poi finiamo per conservare ciò di cui ci lamentiamo, vedasi la gestione della cosa pubblica da parte dei soliti NOTI che regolarmente ci promettono particolarmente in questo periodo pre-elettorale tutto e di più come sempre fatto senza mai realizzare il promesso. Mai che ci promettano l’eliminazione dei costi ritenuti inutili, anzi allontanando, come fatto, la persona incaricata della riduzione della spesa pubblica che è follemente aumentata. Pantalone però accetta tutto. Anche il candidato del PD alla presidenza della regione lombardia ci ha informati a mezzo del TG 1 che il problema non è l’immigrazione, ma il mal governo della stessa. Vuoi vedere che il PD a Roma è diverso da quello che rappresenta questo Signore. Forse è veramente il caso di cambiare. Uniamoci per farlo e votiamo chiunque non sia mai stato in Parlamento.

altre considerazioni ….

Dopo quanto ho scritto sulla sentenza di condanna di Marino, ex Sindaco di Roma,  e vedremo cosa dirà la Cassazione, ho sentito le notizie su Roma circa il trasporto pubblico, la gestione dei rifiuti, il traffico, le case di proprietà comunale, il debito di bilancio ed i soldi pagati per Roma capitale , i debiti esistenti, il collegio sindacale che si dimette e tanto altro, mi sono domandato dove sono i Magistrati e dove sono i processi per i precedenti Sindaci di ogni colore che hanno preceduto l’attuale dato che oggettivamente la situazione è oggi incancrenita, ma viene da molto lontano Pensate come siamo messi. Come sempre si punisce la pagliuzza mai la trave. Amiche ed amici credo veramente che se vorremo avere un futuro si debba cambiare. Lo scrivo dal 2011 e chi vorrà mi legga su mdpp.it. Certo ho tentato alcune strade dato che senza soldi ed amicizie non si va lontani nell’epoca dell’attività mediatica e la storia politica degli ultimi vent’anni lo insegna. Ciò nonostante convinto che il buon senso non sia ancora morto spero che prevalga alle prossime elezioni amministrative e politiche e, come spesso dico, occorre votare chi non è mai stato nelle Istituzioni. Ciò che hanno fatto chi è stato là mandato lo sappiamo e ci rendiamo conto del fallimento morale ed economico che hanno creato. Ecco perché si DEVE CAMBIARE ed eleggere Gente nuova capace e preparata che saprebbe affrontare i problemi veramente, che ridia il potere al Popolo e quindi degli enti territoriali e lo Stato deve essere al loro servizio e deve svolgere i compiti che i Cittadini decidono di delegargli. Basta promesse mai mantenute, basta debito pubblico, basta Enti con gestioni passive solo per mantenere gli amici, ma gestione seria e tagli di tutto ciò che non serve ai Cittadini e se del caso anche con qualche sacrificio. La nuova proposta dove con mdpp e RINASCERE siamo confluiti è GRANDE NORD . FORZA PROVIAMOCI A CAMBIARE

viva cenerentola

Più sento gli attuali politici cioè quelli presenti nei vari telegiornali anche se non eletti e più mi domando come mai ci promettono di fare le cose che ieri e oggi non hanno fatto: ci promettono che si occuperanno di lavoro, forse per se stessi, di pensioni, di sanità, di scuola, di burocrazia, di imposte, di tasse e nessuno che ci dice seriamente in primo luogo che ridurranno, se eletti, gli stipendi dei nuovi parlamentari, che elimineranno le macchine blu e le scorte, i privilegi di ogni tipo e che ridurranno i costi della gestione delle due camere, che si impegneranno ad ammodernare la Costituzione che ormai ha i suoi anni, che liquideranno le tante società pubbliche che costano miliardi per mantenere persone nei vari consigli di amministrazione e collegi sindacali, burocrati vari e per eliminare i debiti che producono regolarmente a carico della collettività, salvo rare eccezioni. Lo fanno perché questa è la storiella di Cenerentola: state soffrendo, ma noi siamo il principe azzurro che vi renderà la vita felice. Amiche ed amici fin che manterremo al potere costoro saremo sempre in grosse difficoltà e non avremo speranza di miglioramenti Ricordatevi che costoro ci hanno governato da almeno venti anni e i risultati li conosciamo: fallimento economico e morale. Se ci sta bene così confermiamoli.  Nel caso pensassimo che è ora di cambiare aiutate chi si propone a governare con persone che hanno sempre lavorato e conoscono veramente i problemi e sono perfino preparati, che non hanno ambizioni di professionisti della politica.  Votate se vorrete liste e persone che non siano mai state in Parlamento. Fare peggio di costoro sarà veramente difficile forse avremo una speranza di qualche miglioramento e non è poco

iva la giustizia

Ho sentito che in appello l’ex sindaco di roma è stato condannato mentre in primo grado è stato assolto. MI sembra che il problema sia quello relativo a spese da lui fatte per sé stesso con soldi pubblici. Da ignorante mi domando come mai in primo grado i documenti che probabilmente sono stati esaminati non sono serviti per arrivare ad una condanna, anzi fu assolto, mentre in secondo grado hanno portato a decisione completamente diversa con condanna al carcere.  Mi domando ma è giustizia questa? E le spese a carico della collettività non contano mai? Non si trattava di accertamenti difficili o c’erano i documenti o non c’erano. Il tutto è solo una valutazione soggettiva e non oggettiva? Evviva ci sarà anche la Cassazione e avremo un terza sentenza. Pantalone paga sempre.

eccoci alle elezioni

Come ho già scritto e lo ripeto, i nostri Parlamentar in uscita sono alla ricerca della riconferma perché guadagnare così tanti soldi senza rischi personali di imprenditore, di professionista, di dipendente serio e capace è sicuramente essere sull’albero della cuccagna ed è per questo che non determinano il vincolo di mandato, temporale e di compensi, nonché la effettiva eliminazione di tutti i privilegi di cui oggi godono direttamente od indirettamente, convinti come sono e forse effettivamente è vero, che tutto sommato siamo, come elettori, dei bambini cresciuti, MA SEMPRE BAMBINI,  e quindi per tentare di essere riconfermati ci raccontano favole e finisce che ci crediamo ed andiamo a dormire contenti. Ci presentano programmi mirabolanti che costano dai 50 ai 100 miliardi di euro senza dirci dove prenderanno i soldi per fare ciò che promettono salvo supporre presunte entrate a fronte di spesa certa. Cari amiche ed amici vi sembra possibile che domani costoro faranno ciò che serve al Paese e che non hanno fatto durante i decenni della loro permanenza nelle istituzioni ed a ciò si associano anche i nuovi che spesso si contraddicono secondo il momento politico e ciò che in quel momento conviene. Non dico che avrebbero dovuto fare cose mirabolanti, ma le piccole cose per risparmi collettivi, dalle aziende inutili e costose ai compensi personali, alle scorte, alle auto blu, ai vitalizi e ai tanti benefici che forse non conosciamo completamente. L’ho detto e lo ripeto dobbiamo votare GENTE NUOVA, seria e capace, che non ha fatto il politico di professione, ma ha lavorato effettivamente e che non desidera diventare politico professionale, ma dare al Paese una vera svolta. Basta imbrogli, basta incapacità, basti lobby di ogni genere, basta regali a chi si spera possa ringraziare votandoli, ma gente che si obblighi con vincolo di mandato, temporale ed economico. Per fare ciò occorre avere un movimento o partito che dir si voglia, che si presenti alle elezioni e per questo occorre raggiungere un quorum di firme di elettori. Anche qui la CASTA si difende facendo diventare faticosa la presentazione di gente nuova sempre nel loro esclusivo interesse. ECCO PERCHE’ VI CHIEDO UNA MANO E VI INVITO AD ANDARE A SOTTOSCRIVERE APPENA SARA’ POSSIBILE LA LISTA DI GRANDE NORD – SE VOGLIAMO CAMBIARE DOBBIAMO IMPEGNARCI ANCHE IN QUESTE COSE. FORZA UNIAMOCI E CAMBIAMO UNITI VERAMENTE IL PAESE.

Sciolte le camere

Come già detto le grandi manovre per le prossime elezioni sono cominciate con la finanziaria dove si trovano “mance e mancette” richieste dai vari gruppi parlamentari e ora anche i vari partiti sono al “lavoro” per tentare di ottenere il massimo consenso possibile, Le promesse da tempo vengono fatte e tutti sono impegnati a spararle più grosse e come ho detto mi diventa difficile credere che parlamentari presenti in tante legislature non abbiano fatto ciò che oggi promettono di fare nella prossima. Se anche da adulti crediamo ancora alle favole allora rinnoviamo o asteniamoci dal andare a votare in modo da riconfermare costoro che solo sanno fare: debito pubblico, aiuti a stranieri, problemi nel codice degli appalti tant’é che le macerie nei paesi terremotati rimangono, spese inutili, adesione a enti ormai superati ma che costano miliardi di euro, assenza di aiuti ai poveri del nostro Paese presenti in 4,5 milioni oltre milioni di famiglie in difficoltà, disoccupati, assunzioni a raffica nella speranza di ottenere voti, conclusione di contratti di lavoro sempre per la stessa ragione, aumenti dei prezzi previsti per il prossimo anno e via dicendo. In molti mi chiedono cosa si può fare. La mia risposta è quella di votare partiti, movimenti, che non siano mai stati in Parlamento ed aiutare per la raccolta delle firme necessarie a presentare nuovi soggetti. Solo così avremo la speranza che qualcosa di nuovo possa veramente capitare nel nostro Paese. Non da oggi scrivo che non con le promesse, ma con sacrifici ragionati si deve pensare al futuro di tutti noi, altrimenti negheremo ogni speranza alle giovani generazioni, cioè una gestione seria del Paese senza regali di sorta. Di tutto questo sono anni che ne scrivo e spero con la adesione a GRANDE NORD di riuscire a realizzare un grande progetto, un sogno che preveda di azzerare tutto e ripartire, di riportare etica e morale nel quotidiano e modernizzare veramente il Paese con limitati oneri di ogni genere

I POVERI SFRATTATI

come abbiamo sentito un sindaco ha prodotto una ordinanza per allontanare del centro storico i POVERI che li purtroppo vivono. Dove sono i buonisti che dopo le navi taxi oggi hanno gli aerei taxi per far continuare a guadagnare le cooperative di ogni colore e dimenticano i POVERI nostri connazionali. Agli immigrati gli alberghi e altro ai nostri connazionali i portici delle nostre città. Se ci va bene continuiamo ad eleggere costoro che tutto fanno per danneggiare il Paese, tanto chi se ne frega, a loro certo non mancano i mezzi che escono dalle nostre tasche. Uniamoci con convinzione per cacciarli ed azzerare tutto per ripartire –

Legge di bilancio

Alla fine la legge di bilancio è stata approvata e come sempre constatiamo come si sono predisposti regali per tanti prossimi elettori: le assunzioni nella scuola per aumentare i docenti ad ogni classe, gli aumenti degli stipendi dei pubblici dipendenti che già hanno uno stipendio superiore mediamente a quelli dei dipendenti privati, i bonus per i futuri nascituri del 2018 e via dicendo. Le elezioni saranno i primi giorni di marzo e occorre garantirsi l’elezione per il futuro. Non importa del debito pubblico e di cosa dirà in primavera l’Europa, ma siamo buoni andiamo anche con gli aerei adesso per acquisire immigrati altrimenti le cooperative di ogni colore come potranno guadagnare. Questa è la nostra CASTA che vende per buono ciò che non c’è. Spero solo che finalmente tutti noi si sia capito che con costoro che governano da decenni non avremo un futuro e non lo avranno i nostri eredi. A marzo votiamo tutti uniti GRANDE NORD

Come sempre

Si come sempre si sono manifestati i “ furbetti “ per la richiesta di rimborsi allo Stato per  i danni subiti a causa del terremoto ed la GdF di Ferrara ne ha denunciati 50 per truffa allo Stato. Da sempre scrivo che senza un ritorno all’etica ed ai principi il Paese non migliorerà in tutti i settori.