Grosse novita’ in politica

In queste ore ma per il momento nessuna certezza, dovremmo constatare le dimissioni del Premier.

Non si capisce ancora bene cosa pensano di fare se un governissimo o le elezioni anticipate, ma è certo che ancora una volta constateremo che tutti cercheranno di mantere e migliorare la loro posizione.

Infatti nell’ipotesi di un governo Monti si fa già il toto Ministri : chi suggerisce di mantere alcuni attuali – chi propone altri di questo o quel partito ora all’opposizione – chi oggi in maggioranza pensa di passare all’opposizione in modo da presentarsi come contestatori alle future elezioni , dimentichi di aver governato con una presenza determinante.

Questo è il modo di far politica nel nostro Paese e ancora prima di sapere chi sarà il Presidente del Consiglio e cosa proporrà alla Nazione a mezzo del Parlamento, cioè quale sarà il suo programma in presenza del baratro attuale e del costo per tutti noi di questa situazione, si discute e si tratta sulle persone, non sulle cosa da fare e sui sacrifici che occorrerà fare o sulla modernizzazione del Paese o sulla riduzione dei costi della politica, o cosa fare per aiutare lo sviluppo o del piano idrogeologico ,

                                           no viva il toto ministri.

Il differenziale con i bond tedeschi è tale che l’incremento del costo per interessi sul nostro debito sovrano sarà pari a due volte quanto si incasserà con l’IVA al  21 % in un anno.

Grazie al Governo abbiamo un maggior costo per le famiglie e i cittadini tutti che non aiuta il Paese ma  che aggiunge al sacrificio un nuovo debito,ma questo non interessa a nessuno. Tanto se il potere di acquisto dei Parlamentari diminuirà,   basterà fare in silenzio una leggina che aumenta questo o quel compenso.          Ecco perchè il grido :      

                                                 WE    WANT

cambiare la CASTA e ecco perchè la richiesta di unirci tutti e mandare a rappresentarci donne e uomini normali che sanno cosa sono i sacrifici e che lavoreranno per garantire ai loro figli un futuro migliore e che così facendo di fatto garantiranno a noi tutti un futuro e daranno nuovamente speranza al Paese .

FORZA UNIAMOCI – SINGOLARMENTE – CON LE NOSTRE ASSOCIAZIONI – SUPERIAMO OGNI PERPLESSITA’ – SE NON FAREMO COSì RESTEREMO SEMPRE AL PALO –

Movimento di partecipazione popolare – forti e liberi

 

 

 

Invito alla elettrici

Nel ricercare consenso per cambiare il Paese mi rivolgo alle DONNE elettrici e chiedo loro di unirsi al movimento al fine di mandare al Governo gente normale che abbia ben presente due cose :

–         occorre etica e morale nella politica e in economia

–         occorre lavorare per il bene comune

Sono certo che le Elettrici abbiano ben  presente come la loro attività quotidiana abbia loro insegnato come si gestiscono le cose e come da sempre il loro buon senso abbia mandato avanti le famiglie

Ecco perché chiedo loro attivatevi

                                                    WE WANT

 cambiare lo stato delle cose e nessuno vi deve per concessione dedicare uno o più posti

Dico a tutte semplicemente : aderite al movimento – create la vostra sezione nella vostra città

Ed alla fine rendetevi disponibili a candidarvi per rappresentare il meglio della nostra società.

Assieme possiamo farcela . Il momento elettorale è l’unico vero potere che abbiamo a disposizione

E quindi usiamolo

Non dobbiamo dimenticare che perché ciò avvenga occorre prepararci ed essere in tanti dato che sono i numeri che contano

 Non vogliamo lavorare contro nessuno – vogliamo solo cambiare la dirigenza che non ha dato prova di saperci fare

Se crediamo possibile che anche nella politica le cose si possano fare come nelle famiglie allora

                                           forza attiviamoci

 creiamo le sezione e coinvolgiamo la gente comune – quella nell’interesse della quale dovrebbe essere gestita la cosa pubblica e se disponibili che diano una mano

 VIA GLI SPRECHI  – VIA I DOPPIONI – VIA LE AZIENDE PUBBLICHE POLTRONIFICIO

MODERNIZZAZIONE DEL PAESE – ELIMINAZIONE DEGLI SPRECHI – CORRETTA

GESTIONE DELLE RISORSE

Forza a dimostrazione che le DONNE sanno lavorare – gestire – indirizzare –

Senza paure esercitate  un nostro diritto e alla fine saremo lì a gestire il PAESE

 Movimento di partecipazione popolare – forti e liberi