GOVERNO LETTA

COME GIA’ HO SCRITTO CONTINUIAMO A SENTIRE BUGIE SULLA
GESTIONE DEL GOVERNO E COME SEMPRE SI DICONO LE COSE CHE FANNO PIACERE COME AD  ESEMPIO LA LOTTA ALL’EVASIONE.

DA VECCHIO POLITICO IL PRESIDENTE DI CONFCOMMERCIO SANGALLI
INFORMA CHE 272 MILIARDI SONO IL “ NERO “ CHE VIENE SOTTRATTO AL  FISCO ED AL PIL .

SIAMO CERTAMENTE POCO LIETI CHE CIO’ ACCADA DATO CHE QUESTI
DATI GIUSTIFICANO LA NON RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE, MA IL PULPITO DAL  QUALE  ARRIVA LA NOTIZIA LASCIA SICURAMENTE PERPLESSI.

NON MI PARE CHE LE ISPEZIONI RESE NOTE EFFETTUATE DALLA
GUARDIA DI FINANZA E CHE HANNO AVUTO L’ATTENZIONE DEI GIORNALI E DELLE  T.V. , ABBIANO COINVOLO DISOCCUPATI, DIPENDENTI O ALTRE SIMILI CATEGORIE, MA MI SEMBRA ABBIANO COINVOLTO ESERCENTI ATTIVITA’ COMMERCIALI E SPESSO SI SENTE DIRE CHE VIENE RILASCIATO SOLO UNO
SCONTRINO SU TRE VENDITE.

SICURAMENTE QUESTI SIGNORI INDAGATI NON SONO ISCRITTI
ALL’ASSOCIAZIONE DI SANGALLI, MA SAREBBE STATO BELLO E CORRETTO SE CON LA DENUNCIA  DELL’EVASIONE E DELLA PRESSIONE FISCALE ARRIVATA AL 54% IL PRESIDENTE DE QUO AVESSE ANCHE INVITATO I SUOI ADERENTI E GLI ESERCENTI COMMERCIALI  AD UNA MAGGIORE REGOLARITA’ FISCALE.

TUTTI RICORDIAMO LE STATISTICHE ISTAT IN MERITO AI REDDITI
DICHIARATI DALLE DIVERSE CATEGORIE DI COMMERCIANTI, REDDITI CHE SPESSO SONO INFERIORI A QUELLI DEI LORO DIPENDENTI.

NON PARLIAMO POI DI UN COMPONENTE IL GOVERNO IN CARICA CHE
HA GIUSTIFICATO L’EVASIONE COME UNA FORMA DI TUTELA E DI SALVAGUARDIA PER CONTINUARE A LAVORARE DEGLI IMPRENDITORI IN GENERE DATA LA PRESSIONE FISCALE.
IN UN ALTRO PAESE DOVE IL SENSO DELL’ONORE E DELLA SERIETA’ SONO PIU’ PRESENTI QUESTO SIGNORE SI SAREBBE DOVUTO IMMEDIATAMENTE DIMETTERE E MERAVIGLIA CHE IL CAPO DEL GOVERNO, LETTA, NON PROCEDA COME NEL CASO DEL MINISTRO IDEM .

LA DICHIARAZIONE DI QUESTO PERSONAGGIO E’ VERAMENTE FUORI DA OGNI LOGICA, MA PROBABILMENTE VISTI IL SUO PESO NEL PARTITO DA CUI PROVIENE E’ INTOCCABILE.

QUESTO CERTO NON VUOL DIRE CHE LA PRESSIONE FISCALE SIA
ACCETTABILE SPECIE IN UN PERIODO DI CRISI COME L’ATTUALE, MA LE AZIONI CHE CORRETTAMENTE DOVREBBERO ESSERE POSTE IN ESSERE NON VENGONO ASSUNTE DATA LA PROVVISORIETA’ DEL GOVERNO STESSO E DEI RICATTI AI QUALI E’ SOTTOPOSTO. VEDASI AD ESEMPIO LA QUESTIONE DEL VICE PREMIER. TUTTI SAPEVANO CHE C’ERA UNA ESPULSIONE IN ATTO,NE HANNO PARLATO I GIORNALI,  MA IL MINISTRO NON NE SAPEVA NIENTE SEMPRE CHE PER TUTTE LE ESPULSIONI ORDINATE IL MINISTRO NE VENGA INFORMATO E NON SIA AL CONTRARIO UN SEMPLICE COMPITO DELLA STRUTTURA PREPOSTA.

MA FARE SEMPRE UN GRAN POLVERONE  PER TUTTO SI DIMENTICANO I
PROBLEMI VERI.

DEL RESTO COME PUO’ AGIRE DIVERSAMENTE IL PREMIER DATO CHE
ANCH’ESSO MENTE AI SUOI CONNAZIONALI  QUANDO  DICE CHE SI CONTINUA LA LOTTA ALL’EVASIONE E I RAPPRESENTANTI DEL SINDACATO DEI FINANZIARI AL CONTRARIO DICONO CHE QUESTA AZIONE NELLA REALTA’ DELLE COSE NON VIENE PERMESSA. QUESTE DICHIARAZIONI SONO DI QUALCHE GIORNO FA’ .CHI HA RAGIONE I DIPENDENTI CHE
SOFFRONO PER IL BLOCCO DI QUATTRO ANNI DEL LORO STIPENDIO O IL PREMIER. MA IL PREMIER PENSA ANCHE AL RIENTRO DEI CAPITALI ESPORTATI
ED A QUANTO SI POTRA’ RICAVARE.

COME SEMPRE CI SI PREOCCUPA DEGLI EFFETTI CHE UNA SITUAZIONE
PROVOCA, MA NON SI CERCA DI MODIFICARE LA SITUAZIONE CHE  GENERA GLI EFFETTI. OCCORRE CREARE LE CONDIZIONI AFFINCHE’ IL PAESE SIA EFFICIENTE, CHE I SERVIZI TUTTI SIANO RESI CON ATTENZIONE, CELERITA’  ED A COSTI CORRETTI, CHE IL PAESE SI RENDA CONTO CHE IL MONDO E’ CAMBIATO E CHE L’OTTOCENTO E’ ORMAI LONTANO DA OGNUNO DI NOI SALVO CHE NEI POLITICI ELETTI E NELLA STRUTTURA DELLO STATO.

NEL TEMPO DELL’INFORMATICA OCCORRE RIVEDERE TUTTO IL MODO DI
GESTIRE IL PAESE, LE SUE STRUTTURE, I SERVIZI CHE PREDISPONE E FORSE CI SI E’ DIMENTICATI DEL GRIDO DI TANTO TEMPO FA:

MENO STATO PIU’ PRIVATO

SONO QUESTE ALCUNE DELLE COSE DETTE NEGLI ARTICOLI PRECEDENTI . MA PER CAMBIARE CON IL GRIDO:          WE  WANT

OCCORRE CHE TUTTI NOI CI RENDIAMO CONTO CHE CON QUESTI
ELETTI NON SI ANDRA’ DA NESSUNA PARTE  DATO CHE IL GOVERNO DI OGGI E SEMPRE QUELLO DI IERI CIOE’ DI LARGHE INTESE – IN TRE ANNI COME GIA’ ABBIAMO OSSERVATO GLI UNICI PROGRESSI SONO STATI LA CHIUSURA ED I FALLIMENTI DELLE IMPRESE, L’AUMENTO DELLE ORE DI CASSA
INTEGRAZIONE , L’AUMENTO DEI POVERI, LA PRESSIONE FISCALE, L’AUMENTO DEL DEBITO PUBBLICO.

FORZA UNIAMOCI SUPERANDO LE DIFFIDENZE DI SEMPRE CHE NON CI
PORTANO DA NESSUNA PARTE

I M P E G N A M O C I –  ED ASSIEME  GRIDIAMO      WE  WANT

SOLO COSI’ AVREMO LA POSSIBILITA’ DI CAMBIARE DI DARE UNA
SPERANZA ED UN FUTURO AL NOSTRO PAESE

MOVIMENTO DI PARTECIPAZIONE POPOLARE- FORTI E LIBERI

www.mdpp.it         –
info@mdpp.it

 

 

AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Caro Presidente

Permetta ad un connazionale di fare, sicuramente a torto,alcune osservazione su Sue esternazioni.

La prima in occasione del voto di fiducia a favore del vice Premier con la quale dichiarò l’opportunità di non creare altri problemi alla situazione politica gestionale anche per “ evitare di dare all’estero l’impressione che il nostro sia un PAESE ingovernabile”.

Credo Presidente che non è causa del PAESE l’ingovernabilità esistente, ma degli eletti che non hanno a cuore il PAESE ma soltanto se stessi e le loro posizioni, tant’è che il governo del “ PRESIDENTE “ o di larghe intese non adotta i provvedimenti
necessari a far uscire il PAESE dalla crisi in cui ci troviamo  a causa dei ricatti più o meno evidenti di alcune parti.

Il Governo di larghe intese ha una occasione unica, vista la larga maggioranza,  di poter
effettivamente innovare non a parole, ma con leggi semplici e chiare senza
l’intervento dei burocrati, semplificando la vita a tutti e portando il PAESE dall’ottocento agli anni duemila con prospettive per il futuro.

Anche questa situazione di mancato governo del PAESE che provveda dal carico fiscale all’assenza di un piano economico di prospettiva e di aiuto alle
imprese, alla modernizzazione dello stesso, alla eliminazione della burocrazia
inutile, ad evitare la  creazione di lavoro sulla carta con unica conseguenza di
incremento di costi e via dicendo, non è stata determinata dal PAESE ma dagli
eletti e nessuno di voi ha avuto il coraggio di dire:


IO C’ERO.

La seconda osservazione riguarda quanto ha detto circa la denuncia  di Bertinotti.

Da politico di lungo corso ricorderà certamente che anche in passato si sono avuti governi di breve durata – media nove/ dieci mesi – ,governi balneari e altro, tant’è che fu salutato come un miracolo il governo Craxi che durò alcuni anni. Quindi è forse meglio far presente al PAESE che deve scegliere meglio i suoi eletti  e che deve soprattutto non rieleggere personaggi che hanno dato prova da anni di essere degli incapaci dato che anche in questo caso dovrebbero gridare :

IO C’ERO

e prendere atto con modestia  e vergogna di non aver saputo seguire la propria coscienza e di non aver lavorato per il bene comune, ma solo per se stessi cioè in altre parole di aver fatto solo ciò che a loro è convenuto ed interessato

La situazione del Governo di larghe intese non facendo ciò che andrebbe fatto, ma solo dichiarazioni finalizzate a giustificare se stesso, non è certamente il BENE DEL PAESE e proprio perché è in questa situazione che il PRESIDENTE dovrebbe chiedere le
proposte di legge necessarie in breve tempo,  tenendo conto che siamo in un mondo nuovo, dove tutto è cambiato e  dovrebbe essere cambiato anche il modo di far politica,  di fare sindacato, di lavorare per la NAZIONE riportando il PAESE tutto
a tempi migliori e riportare

                         ETICA E MORALE NELLA POLITICA E NELL’ECONOMIA

Non ottenendo quanto è riconosciuto universalmente necessario non si deve ulteriormente aspettare,

                                           si deve ritornare a VOTARE

Saranno poi i Cittadini giovani ed anziani,disoccupati, cassaintegrati, in attesa di lavoro, sotto occupati, gli imprenditori piccoli, medi o grandi di ogni settore, i sindacati tutti, le associazioni di qualsiasi natura a fare scelte politiche e come mi auguro e spero,  che la GENTE SANA , unita in una formazione unica che voglia fare effettivamente ciò che serve al PAESE , basta piangere ,

FUORI LA GRINTA DI TUTTI

per avere nuovi gestori che sappiano lavorare per il PAESE.

WE  WANT cambiare la  CASTA

Grazie Presidente

 

Movimento di partecipazione popolare – forti e liberi

 

info@mdpp.it

 

 

A TUTTI I CITTADINI

QUESTA MATTINA HO ASCOLTATO RADIO 24 E LE MOLTE LAMENTELE DI
IMPRENDITORI CHE SEGNALANO L’ IMPOSSIBILITA’ DI CONTINUARE A LAVORARE ED A GESTIRE LE LORO AZIENDE, AGGRAVATA ULTERIORMENTE DAL PROVVEDIMENTO DENOMINATO  ”  FARE ” IN APPROVAZIONE COL VOTO DI FIDUCIA, TANTO DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE DI LASCIARE IL PAESE ED ACCETTARE PROPOSTE DI PAESI CONFINANTI :

LA CONFEDERAZIONE ELVETICA – L’ AUSTRIA – LA SLOVENIA ( NON  L’EST O L’ESTREMO ORIENTE)

TRA I TANTI LAMENTI LA QUESTIONE IMU – TARES  ED IN GENERALE LE IMPOSTE E GLI ADEMPIMENTI  BUROCRATICI QUOTIDIANI .

DA TEMPO SCRIVO  COSA SI DEVE FARE PER AVERE PROSPETTIVE PER IL NOSTRO FUTURO .

SI DEVE CAMBIARE                      WE   WANT

CAMBIARE LA CASTA CHE NON RIESCE A CAPIRE I PROBLEMI DEL PAESE
DATO CHE REALMENTE NON LI VIVE:

I COMPENSI CHE PERCEPISCONO NON COSTANO LORO SACRIFICI – NON SANNO QUALI SACRIFICI SIANO COSTATI I PRELIEVI FISCALI DAI QUALI DERIVANO – ANALOGAMENTE LA CLASSE BURACRATICA, CON LE SICURE ECCEZIONI, VIVE TRONFIA DEL POTERE E DEI COMPENSI,  NON SAPENDO LAVORARE PER LA COLLETTIVITA’ . I POLITICI VIVONO FUORI DALLA REALTA’ E NON SI RENDONO CONTO DEL DISASTRO CHE STIAMO VIVENDO GRAZIE A LORO ED AL LORO “NON LAVORO “.

PER LORO NON E’ CAMBIATO NIENTE, CONTINUANO A PERCEPIRE I LORO GRASSI COMPENSI ED E’ QUESTA LA RAGIONE PER LA QUALE NON SI RENDONO CONTO DELLA VERA SITUAZIONE . TUTTO CIO’ CHE ACCADE
NEL PAESE LI SFIORA SOLTANTO, PER SENTITO DIRE. NON LO VIVONO.

GIA’ IN UN MIO ARTICOLO PRECEDENTE GRIDAVO “ VERGOGNA-
VERGOGNA “ QUESTI NOSTRI RAPPRESENTANTI NON SANNO QUALI SONO I BISOGNI DELLA GENTE – DEGLI IMPRENDITORI – DI TUTTE LE CLASSI E NON SI RENDONO CONTO CHE LO STATO E’ UNA MACCHINA CHE NON FUNZIONA E COME RIPETO DA TEMPO, CHE  DEVE ESSERE AMMODERNATA ABBANDO-NANDO LE  STRUTTURE E LEGGI OTTOCENTESCHE .

I NOSTRI POLITICI NON SI RENDONO CONTO CHE QUESTA MACCHINA
NON PUO’ PIU’ ESSERE ALIMENTATA CON I PRELIEVI FISCALI  DI OGNI GENERE, MA CHE LA MACCHINA DEVE ESSERE RESA EFFICIENTE E CHE NON PUO’ CONTARE SUL CONTINUO FINANZIAMENTO DEI  CONTRIBUENTI.

GLI ERRORI COMMESSI DEVONO ESSERE ELIMINATI.

QUESTI INCAPACI NON SI RENDONO CONTO  CHE’ , COME DETTO, LA GESTIONE DEVE ESSERE RIVISTA E RIADEGUATA, CERTAMENTE CON TANTI SACRIFICI, NON SI PUO’ CONTINUARE A PENSARE CHE LA GESTIONE DEBBA CONTINUAMENTE ESSERE FINANZIATA OLTRE CHE CON I PRELIEVI , CON IL DEBITO PUBBLICO ( ABBIAMO NUOVAMENTE RAGGIUNTO UN RECORD) CHE
AGGRAVA ULTERIORMENTE LA SITUAZIONE ANCHE PER LE RISORSE FRESCHE CHE BRUCIA,  OLTRE ALLA MANCANZA ASSOLUTA DELLA POSSIBILITA’ DI INVESTIMENTI PER RILANCIARE L’ECONOMIA.

SOLUZIONE CHE NON PUO’ CONTINUARE ALL’INFINITO DATO CHE PRIMO O POI CI SARA’ IL COLLASSO : CIOE’ NON CI SARANNO PIU’ INVESTITORI DISPONIBILI A RISCHIARE I LORO CAPITALI E FINANZIARE IL  DEBITO SOVRANO.

PER TUTTE QUESTI RAGIONI CREDO CHE I CITTADINI TUTTI CHE
VOGLIONO VERAMENTE BENE AL LORO PAESE  DEVONO RENDERSI CONTO CHE INDIPENDENTEMENTE DAL COLORE DEL LORO PARTITO, GLI APPARTENENTI ALLA CASTA DEVONO  ESSERE MANDATI VIA – PER LA CHIARA
DIMOSTRAZIONE DI INCAPACITA’- CI HANNO PORTATO AL FALLIMENTO

O C C O R RE     G E N T E     N U O V A

CITTADINI CHE NON ABBIANO COME OBIETTIVO UN POSTO AL SOLE MA
COME OBIETTIVO IL BENE COMUNE – LIBERI NELLA LORO COSCIENZA DI DECIDERE COSA FARE E NON SEGUIRE LA VOLONTA’ DI ALTRI – LIBERI DI SEGUIRE CIO’ CHE SERVE ALLA GENTE TUTTA E NON QUELLO CHE CONVIENE
DA TEMPO STO RIPETENDO CHE SI DEVE

RIPORTARE ETICA E MORALE NELLA POLITICA E NELL’ECONOMIA

WE WANT CAMBIARE LA CASTA – FORZA UNIAMOCI E RENDIAMOCI
DISPONIBILI AL CAMBIAMENTO

DIAMO DIMOSTRAZIONE AL PAESE CHE CAMBIARE SI PUO’ E CHE IL
NOSTRO PAESE  PUO’ TORNARE AD ESSERE ESEMPIO DI CAPACITA’ E SERIETA’

BASTA CON I BUGIARDI E GLI INCAPACI :

FORZA PREPARIAMOCI  AD ESSERE PRESENTI ALLE PROSSIME ELEZIONI DATO CHE ANCHE OGGI IL GOVERNO INCONTRA DIFFICOLTA’ IN PARLAMENTO E DEVE  CHIEDERE LA FIDUCIA SUI PROVVEDIMENTI E CONTINUARE
A RINVIARE DECISIONI PER NON CORRERE IL RISCHIO DI DIMETTERSI

QUESTA SITUAZIONE NON POTRA’ DURARE .

PRIMA O POI I NODI VERRANNO AL PETTINE ED IN QUEL CASO AVREMO IL TRACOLLO.

COME GIA’ HO SCRITTO E CONTINUO A RIPETERE BASTA LAMENTARSI
– UNIAMOCI IN UN SOLO GRANDE MOVIMENTO CHE NON ABBIA PAURA, SE AVRA’ IL CONSENSO,  DI ASSUMERE LE DECISONI NECESSARIE ED EQUE NEL RISPETTO DI TUTTI AL FINE DI DARE UN

FUTURO ED UNA SPERANZA

A TUTTI NOI.

FORZA SINGOLI CITTADINI – ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA –MOVIMENTI DIVERSI – LISTE CIVICHE – ASSOCIAZIONI ONLUS – ASSOCIAZIONI PROFESSIONALI- ASSOCIAZIONI RELIGIOSE

BASTA CHIACCHIERE – BASTA CON I TIMORI O FALSI  PRINCIPI -NON ASPETTIAMOCI PROVVEDIMENTI SERI – UN GOVERNO DI LARGHE INTESE LI AVREBBE GIA’ ASSUNTI

NON RENDIAMOCI INDIRETTAMENTE COLPEVOLI DELL’AGGRAVAMENTO DELLA SITUAZIONE NON IMPEDENDO ALLA CASTA DI CONTINUARE A DANNEGGIARCI

U N I TI   S I  V I N C E

MOVIMENTO DI PARTECIPAZIONE POPOLARE- FORTI E LIBERI

www.mdpp.it                   info@mdpp.it

VERGOGNA , VERGOGNA

Ancora una volta richiamo l’attenzione del PAESE sulla situazione esistente e su come i dati che ci vengono forniti sottovoce, lasciano intravedere il disastro che stiamo vivendo

Basta lamentarsi la modifica alla attuale situazione si può fare solo ed esclusivamente con GENTE NUOVA – gente che non ricerchi il posto al sole e quindi si preoccupi di conservarlo

Ma gente che  AMI  il suo PAESE  e che creda nella collaborazione tra i cittadini e che è possibile lavorare  per il bene comune. Certo il disastro di oggi andrà sanato con sacrifici di tutti ed in particolare da parte di chi oggi continua, nonostante il disastro, a beneficiare del sacrificio degli altri e dei benefici a volte ottenuti in modo poco corretto

Si perché certi compensi – pensioni – posti autorevoli goduti in spregio delle necessità del PAESE non permettono agli occupanti di pensare al PAESE

Spero che i giornalisti più attenti si attengano a quanto ha dichiarato Feltri – credo del FATTO QUOTIDIANO –in un suo intervento televisivo, cioè ad  informare  i Cittadini di quante bugie i nostri attuali governanti ci stiano somministrando.

Lanciano messaggi ottimistici sulla ripresa possibile per la fine dell’anno, rinviano, per problemi di parte,  le decisioni importanti fiscali ed  i problemi seri di tutti,  per restare in “sella “ accettando le richieste del Presidente della Repubblica che altrimenti potrebbe rimandarci alle urne e quindi con la perdita dei benefici accumulati ed in corso di
conquista, imbrogliando e mentendo ai cittadini .

Sono talmente evidenti gli imbrogli che a nessuno può sfuggire come i dati della Banca d’Italia ci dimostrino,  la incapacità dei Governi presunti tecnici e dell’attuale Governo che hanno fatto e fanno quello che abbiamo sempre visto e che purtroppo abbiamo consentito di fare: i problemi sembra li affrontino aumentando SOLO le imposte e le
tasse- le accise  -ed aumentando il debito pubblico,   non affrontando il vero problema che è la gestione pazzesca dello STATO con costi assurdi e con tanti inutili centri di spesa a beneficio di pochi amici degli amici. Infatti la Banca d’Italia ci ha detto :
anno 2011 – prelievo fiscale 42,6%  = anno  2012 prelievo fiscale 44% – e sappiamo bene che questi dati non rappresentano la realtà vera dato che tengono conto di quanto non viene ufficializzato, debito pubblico 1950 miliardi nel 2011 e 2050 miliardi nel 2012 circa con il record di qualche giorno fa che la Banca d’Italia ha segnalato in 2074 miliardi .Già ho scritto delle vere necessità del PAESE che ribadisco
in due concetti:

riportare ETICA E MORALE nella politica e nell’economia e
modernizzare il Paese abbandonando le struttura proveniente dall’ottocento .

Da questi due concetti discende la necessità di chiamare a tutti i Cittadini al loro dovere e a collaborare con le struttura statali affinché tutto il  PAESE ne possa beneficiare :

occorre abbandonare la “ furbizia “ di ognuno di noi – occorre essere presenti a far rispettare le norme esistenti con serenità ma con severità. Occorre la vera lotta all’evasione con l’utilizzo delle strutture già esistenti e cessare di proteggere settori diversi, basta con aiuti a pioggia,  basta con le furbate,  ma fare ciò che i rappresentanti del M5S hanno fatto, come inizio : restituire somme allo STATO se tutti i deputati facessero così ci risparmierebbero 42/43 mln e 7000 famiglie potrebbero avere 500 euro in più al mese all’anno.  So perfettamente che sono poca cosa, ma sono
l’inizio di un modo diverso di ragionare e occorre censurare ciò che ha detto
il segretario pro-tempore del  PD che i suoi parlamentari versano al partito quelle somme,  dimentico ancora una volta che il partito è cosa privata mentre lo STATO  è cosa di tutti, anche se credo che gli iscritti al PD  di quei versamenti sicuramente non hanno alcun beneficio in quanto utilizzati solo per  mantenere in piedi una struttura costosa da far godere agli alti dirigenti.

Occorre quindi GENDE NUOVA che si impegni ecco perché chiedo
alle persone che possono utilizzare i MEDIA di aiutarmi a diffondere questi
principi, ecco perché chiedo a Cattolici dispersi in più raggruppamenti di
confluire nel MDPP- Forti e Liberi – affinchè la loro voce possa essere univoca e chiara, con un movimento aperto ed attento alle necessità del PAESE e che vuole ridare

SPERANZA DI UN FUTURO

a tutti i Cittadini  giovani e vecchi,  imprenditori e dipendenti, alle famiglie

WE WANT

riportare il PAESE a essere grande ed autorevole ad essere attento ai bisogni dei suoi Cittadini, che assicuri beni e servizi a costi corretti, con Delegati che si impegnano con
spirito di servizio e non per ottenere un posto al sole.

A tutti: Cittadini,  Movimenti, liste civiche, associazioni di categoria,

U N I A M O C I

e prepariamoci alle prossime elezioni con il desiderio di cambiare il PAESE

Due anni fa ho lanciato un programma che ho aggiornato nel mese di marzo di quest’anno, aperto a tutti suggerimenti ma con alcuni PUNTI che devono essere assolutamente condivisi:
RIPARTARE NELLA POLITICA E NELL’ECONOMIA ETICA E MORALE MODERNIZZARE IL PAESE ED ELIMINARE TUTTI GLI SPRECHI
GLI ELETTI POTRANNO ESERCITARE LA LORO FUNZIONE  PER DUE LEGISLATURE L’ELIMINAZIONE DELLE CASTE

FORZA:    WE WANT

 

MOVIMENTO DI PARTECIPAZIONE POPOLARE – FORTIE ELIBERI

 

info@mdpp.it