VIVA LA PROTESTA

Anche ieri in piazza a Roma 60 mila artigiani, commercianti, pmi, lavoratori autonomi hanno protestato contro la situazione del PAESE e dell’imposizione fiscale, della burocrazia e di quanto altro con lacci sempre più stretti attorno al collo di ognuno di noi,  CITTADINI DI UNA STATO reso cosi’ da  migliaia  di eletti e burocrati che abbiamo sempre tollerato e  che pertanto se ne sono approfittati facendo gli affari loro alle spalle della gente normale che ne ha pagato e ne sta pagando il conto.

Quello che mi insospettisce è che i manifestanti sono spesso guidati dai Presidenti delle  loro organizzazioni e che questi Signori hanno alle spalle anni di carriera ed in qualche caso anche di carriera politica e mi sorprende che non si rendano conto come non sia più possibile continuare ad ignorare che oggi si deve  C A M B I A R E  e che da questi nostri rappresentanti in Parlamento non possiamo aspettarci proprio niente.

Se vogliamo veramente che il POPOLO sia sovrano dobbiamo eleggere persone del POPOLO che sappiano cosa vuol dire arrivare alla fine del mese, affrontare i sacrifici, allevare i figli ed essere onesti, lavorare e mantenere gli impegni .

 Ecco perché del grido WE WANT cambiare la CASTA E LE CASTE

 IO CAMBIO  e tu ? vieni con noi, dacci il tuo contributo

 www.iocambio.it

ATTENZIONE, ATTENZIONE

Qualcuno segnala al Premier i miei scritti. Infatti il giorno successivo al mio invito ad investire nel Paese con la sistemazione idrogeologica e la sistemazione dei fabbricati adibiti a scuole ha dichiarato che il Governo ha messo a disposizione per  interventi sulle scuole 150 milioni.

Forse il nostro Premier non sa usare la calcolatrice e quindi non si rende conto che tale importo per gli 8100 circa comuni della Nazione rappresentano solo un niente sufficiente per comuni di pochi abitanti e con un solo fabbricato adibito a scuola. Negli altri casi,  con più fabbricati scolastici, l’importo non serve nemmeno a cominciare se non si vuole far fare i lavori a spese delle imprese e non pagarle. A proposito i 90 / 100 mld di debito che le pubbliche amministrazioni dovevano alle imprese che fine hanno fatto?

In compenso si va in giro – certo sono pochi decine di migliaia di euro che contano poco ma molto per il mancato senso del pudore.

Adesso preparerà il nuovo programma di intese con i partiti della maggioranza chissà se si renderà conto che per far partire l’economia in generale devono essere superato il patto di stabilità e il pubblico deve mettere fare i lavori necessari al PAESE

Non certo con le chiacchiere si possono risolvere i problemi del PAESE. A proposito il jobs act che fine ha fatto ?

sempre e solo buffoni

I nostri autorevoli dirigenti politici nazionali meriterebbero di sostituire gli intrattenitori televisivi,i comici e tutti gli addetti agli spettacoli dato che sono dei veri esperti nel raccontare barzellette e nel tentativo di farci credere che stanno lavorando per noi, solo che non ci divertiamo dato che la situazione diventa sempre più grave grazie a questa loro impostazione.

                                    BUFFONI SOLO E SEMPRE BUFFONI.

Partiamo da RE GIORGIO che al Parlamento europeo invita a cessare la direttiva dell’austerità per ridare speranza alle imprese alla gente che con il lavoro vive. E’ questa senz’altro una affermazione che ci piace ma come sempre non ci dicono con cosa affrontare i problemi : forse incrementando il debito pubblico come regolarmente si sta facendo e sicuramente i”  nostri “  sono in questo settore dei campioni. Il Presidente vista anche la sua storia non si dovrebbe preoccupare e chiedersi perché il Quirinale costa il doppio dell’Eliseo e della Casa Bianca? . Tanto i soldi che servono li paga come sempre pantalone.

Passiamo poi a parlare del  Premier. E’ contento di aver speso soldi nostri per il giro negli Emirati ed è gioioso di aver fatto un buon lavoro perché ha convinto i dirigenti di questo  Paese ad investire 500 milioni nel nostro . Purtroppo non si pone il problema che con 500 milioni non si andrà lontano mentre noi abbiamo proposto investimenti di un centinaio di miliardi – miliardi non milioni -per sistemare il PAESE ed far ripartire l’economia indicando anche dove andare a prendere i soldi necessari e congiuntamente abbiamo indicato anche come sistemare la questiono “ lavoro “ in modo definitivo per farsi che le aziende restino a lavorare nel PAESE. Ma tant’è –

FORZA CONVINCIAMOCI CHE VECCHI O NUOVI CI IMBROGLIANO SEMPRE PUR DI MANTERE IL POTERE, LE PREBENDE E QUANTO ALTRO GIRA INTORNO – VEDASI LE INCHIESTE DELLA MAGISTRATURA

FORZA UNIAMOCI WE WANT CAMBIARE LA CASTA E LE CASTE

                                                          IO CAMBIO E TU ?

DACCI IL TUO CONSENSO E LA TUA ADESIONE SICURAMENTE ANDREMO LONTAN0 – AIUTACI ANCHE CON LA TUA ATTIVITA’ – FORZA UNITI VINCEREMO

puoi darci la tua adesione su IOCAMBIO.it

NON C’E’ PIU’ NIENTE DA FARE

Forse i dirigenti politici nuovi e  vecchi sono convinti che essendo un popolo di pecore dobbiamo continuamente essere tosati, tant’è che continuano a raccontarci tante belle frottole che i ” media ” di ongi tipo non contestano se non occasionalmente e limitatamente. Il Governo ci dice che la crisi è finita e che ora abbiamo la ripresa comunicandoci anche le percentuali dell’incremento del PIL che, guarda caso, sono il doppio di quelle di altri autorevoli organismi. Si continua a fingere dimentichi che le aziende chiudono, che i problemi quelli veri non vengono affrontati, ma ci si preoccupa di preferenze per la legge elettorale, di spostamenti di campo per tentare di garantirsi i posti a sedere, mentre il PAESE va a rotoli.

Mentre la crisi continua ed il Governo in carica non si sa bene a cosa pensa

NOI PROPONIAMO

AVVIO DELLA SISTEMAZIONE IDROGEOLOCIGA DEL PAESE  CON LA COLLABORAZIONE DELL’ORDINE DEI GEOLOGI

SISTEMAZIONE DI TUTTI I FABBRICATI SCOLATICI  E PER LA SICUREZZA DEGLI STESSI E PER L’APPLICAZIONE DELLE NUOVE TECNOLOGIE PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI

 LA SITEMAZIONE DELLE FERROVIE  UTILIZZATE  DA 3 MLN DI PENDOLARI

 L’APPLICAZIONE DELLA NOSTRA RIFORMA DEL MONDO DEL LAVORO

GARANZIA DEI DEBITI PRESSO BANCHE E PER NUOVI FINANZIAMENTI AD IMPRESE ATTRAVERSO LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI CON SERIA E VELOCE PROCEDURA DI VERIFICA DELLE SITUAZIONI AZIENDALI  CON RESPONSABILITA’ DEGLI ISTITUTI DI CREDITO

 LE RISORSE FINANZIARIE NECESSARIE SARANNO OTTENUTE CON LA RIDUZIONE DELLA SPESA PER LA GESTIONE DEL PUBBLICO SISTEMA CON UN IMMEDIATO DIECI PER CENTO E CON PIANO DI AMMORTAMENTO DECENNALE DEI FINANZIAMENTI DELLE BANCHE NAZIONALI ED EUROPEE

Dalle ultime dichiarazioni del Presidente di Confindustria sulla situazione del PAESE abbiamo sentito delle sue preoccupazioni circa la formazioni di nuvi posti di lavoro e di come sia forse preferibile andare a votare che continuare a mantenere in vita un GOVERNO voluto da RE GIORGIO  che niente fa per la NAZIONE.

FORZA IO CAMBIO – WE WANT CAMBIARE LA CASTA E LE CASTE

BASTA LADRI – RIPORTIAMO ETICA E MORALE NEL PAESE

FORZA UNIAMOCI E DIAMO IL NOSTRO ASSENSO AL LAVORO DI

                                      IO CAMBIO

VIENI ANCHE TU – NON AVER PAURA – BISOGNA ASSOLUTAMENTE CAMBIARE

PER NOI – PER I NOSTRI FIGLI – PER DARE UNA SPERANZA DI FUTURO A TUTTI