LA CONFERMA…………

Avrete tutti notato il gran parlare e movimento che il nuovo leader sta facendo e come i Parlamentari lo stiano seguendo e grazie alle elezioni europee come anche i dissidenti su tutto si siano decisi a “ trattare “.

Mi domando ma prima di questo Signore che stava a fare in quel di Roma questo migliaio di “ mantenuti “ dai Pantaloni del PAESE?

E se prima erano così inattivi, perché oggi dovremmo pensare che siano migliorati ? I problemi di oggi non c’erano anche ieri? Non pensiate che si stia facendo granché, ma le “ chiacchiere “ nel nostro PAESE sono sempre state ben accolte, infatti siamo il PAESE dei Pulcinella e per non far torto a nessuno della maschere tutte e della commedia dell’arte.

FORZA IO CAMBIO E TU ?

 

VIVA IL GOVERNO ……..

Tra le tante cose che il Governo sta preparando vi è anche il potenziamento dell’   A C E ( aiuto alla crescita ) che verrà finanziato con l’aumento delle accise sulla benzina.

Forse la benzina è un bene consumato da pochi e da quasi nessuna impresa. Ci lamentiamo dei consumi ridotti, ci auguriamo aiuti alle imprese per il recupero del PIL perso e mentre da una parte fingiamo di agevolare consumi ed imprese dall’altra aumentiamo i costi di beni, come la benzina, che sono costi per le imprese e per i privati ivi compresi i pendolari, ma dimenticavo ai dipendenti sono stati dati 80 euro mensili e purtroppo grazie alle indecisioni dei Comuni non sappiamo ancora quanto costerà in più TARI – TASI

FORZA IO CAMBIO – CAMBIA ANCHE TU

 

IL VERO GURU

Il vero GURU del movimento cinque stelle ha capito dopo le elezioni europee e la perdita di circa tre milioni di voti che gli elettori arrabbiati vogliono che la loro rabbia diventi un progetto per cambiare, da qui la proposta fatta a Renzi di incontrarsi facendo però dire a qualche deputato che la loro proposta è la migliore e che quindi deve essere accettata.

Come spesso già detto occorre essere arrabbiati certo ma anche propositivi . ECCO PERCHE’ IO CAMBIO siamo arrabbiati di come vanno le cose e di come ci stanno prendendo in giro .FORZA UNIAMOCI ed assieme vinceremo, scrivici e manifesta il tuo disgusto e la tua voglia di cambiare . IO CAMBIO e tu?

MA CHE BRAVI

Sicuramente il Premier vuol mantenere le promesse e quindi si batte per la modifica della legge elettorale e quindi accetta anche di parlarne con i pentastellati e la cosa mi sembra corretta dato che rappresentano milioni di cittadini. Cosa ne verrà fuori non si capisce bene ma è certo che tutti tenteranno con la nuova legge di salvaguardare i loro posti e la possibilità di governare senza più dover trattare con le minoranze in Parlamento e ciò potrebbe essere anche una buona cosa. La cosa però che mi sorprende è la questione della riforma del SENATO. In primo luogo contrariamente a quanto mi sembrava fosse corretto e cioè eliminare un costo di una doppia Camera che fa le stesse cose dell’altra , ma sembra che si siano incontrate grosse difficoltà e quindi si cerca di mettere in piedi un organismo ridotto rispetto all’attuale SENATO, ma pur sempre una Istituzione costosa che rappresenti le regioni ed i comuni. Domanda: ma le regioni ed i comuni già adesso non si incontrano nelle loro organizzazioni, con la conferenza delle regioni,le conferenze stato- città metropolitane, autonomie locali, e non hanno un rapporto con il Governo e con esso non trattano i provvedimenti come abbiamo visto con i provvedimenti TARI e TASI. Non solo ma sembra si intenda mantenere anche la possibilità di continuare a mantenere con nomina del Presidente della Repubblica i SENATORI A VITA. Si vuole o meno ridurre le spese della gestione pubblica o si vuole mantenere sempre dei “ mantenuti “ a far danni al PAESE ed ai suoi abitanti ?I Senatori a vita cosa centrano con le autonomie locali ?La Repubblica ha già un ordine per riconoscere capacità e meriti di cittadini meritevoli per la loro attività nei vari settori culturali, economici e di lavoro. Mi viene il dubbio che sia per dar un posto a candidati non eletti. Il nuovo è forse fotocopia del vecchio ?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

B O L D R I N

Recentemente ho letto che la Presidente della Camera ha convocato quattro o cinque persone per discutere con loro della sua difficoltà ad essere ben vista da tutti noi.

La speranza nostra che queste persone non siano pagate con i soldi nostri, quelli del solito pantalone, e nella speranza che qualcuno di loro abbia avuto il coraggio di dire che sicuramente non giova sapere come cittadini e contribuenti che anche il suo “ compagno” abbia una scorta e l’accompagni in qualche sua visita sempre col costo a nostro carico così come non giova alla sua immagine sapere che anche la figlia rientrata da Londra dove sembra sia studente, abbia a sua volta una scorta “ selezionata “ per farsì che la stessa si noti meno.

Da ultimo la Presidente dovrebbe ricordare che è stata incaricata a quella funzione pur essendo stata eletta in un partito che sembra in via di dissoluzione con i fatti di queste ore e quindi rappresenta una minoranza degli elettori.

 

A P P A L T I

Ancora una volta devo rilevare come quanto ho scritto tre anni fa venga ripreso dal GOVERNO in carica. Mi riferisco ai recenti fatti di “ furti “ fatti alla collettività con spreco di risorse finanziarie che dovrebbero al contrario essere utilizzate  favore dell’intera collettività per aiutare la ripresa, i consumi, le assunzioni , agevolare gli insediamenti economici  nazionali o stranieri. Mi riferisco ai bandi per opere pubbliche. Avevo scritto che l’unico modo per evitare il ripetersi di questi fenomeni  fosse  la nomina di un commissario straordinario e se del caso affiancato da un magistrato, eliminando tutte le norme nazionali esistenti di qualsiasi natura dato da sempre hanno solo dimostrato che non servono a niente. Eseguite le operazioni per la predisposizione del capitolato in funzione di quanto si vuole realizzare ed effettuati tutti gli accertamenti tecnici per evitare sorprese in corso d’opera, si pubblica il capitolato e si lancia il bando. Sarà  scelta l’impresa nazionale od estera che risponda alle caratteristiche di bando  per l’esperienza acquisita , la struttura, la capacità finanziaria e che non presenti sconti paradossali  come si è verificato all’ EXPO per poi richiedere gli aggiornamenti maggiorati in corso d’opera con evidenti ricatti sopportati ed accettati per le note condizioni che hanno soprasseduto all’assegnazione dei lavori e che esegua direttamente i lavori, con propria responsabilità.  Oggi infatti il GOVERNO parla di nuove norme per i pubblici appalti. Staremo a vedere. Nel frattempo si fanno solo promesse.

WE WANT …………cambiare la CASTA e le CASTE  ………………………………

IO CAMBIO e tu ?                            VIENI CON NOI DACCI IL TUO CONTRIBUTO ED IMPEGNATI

VOGLIAMO ESSERE NUOVI E VOGLIAMO  IL BENE DEL NOSTRO PAESE –

IO CAMBIO – movimento di partecipazione popolare

50 MILA G R A Z I E

 A tutti  amiche ed amici un caloroso grazie per la fiducia dimostrata e per quanto è stato apprezzato del nostro programma. Ancora una volta mi permetto di richiamare la vostra attenzione su quanto si è verificato a seguito delle elezioni europee. Chi è molto felice e chi è molto triste. Tutti però imbrogliano con percentuali che vengono riferite solo ed esclusivamente ai voti espressi e non viene minimamente tenuto conto che oltre il 43% degli elettori si è astenuto.

Credo che l’opinione di questi concittadini sia molto chiara ed è dimostrata con l’astensione e quindi è mia opinione che la percentuale di consenso debba essere calcolata sull’intero corpo elettorale e quindi il 41% diverrebbe il 22% del corpo elettorale. Quindi un buon consenso ma non certo l’apoteosi che sembra si sia verificata.

A tutti ancora una volta aiutateci, tesseratevi  su IO CAMBIO e dateci anche il vostro contributo ideale e di presenza. WE WANT cambiare il PAESE  e per farlo occorre sostituire la CASTA e le CASTE .

A novembre eravamo in dieci oggi almeno 50 mila ci hanno conosciuto – forza cambiamo il PAESE seriamente e cerchiamo di diventare qualche milione