QUINTA PARTE DEL PROGRAMMA POLITICO ECONOMICO

LAVORO : revisione ed aggiornamento della contrattazione del rapporto di lavoro – superamento dello Statuto e sua modernizzazione

PENSIONI : aggiornamento alla reale situazione del Paese e dell’occupazione- senza rinvii –tenendo conto delle aspettative di vita – POSSIBILITA’ di pensionamento con liquidazione proporzionale ai versamenti effettuati e all’età della richiesta

SANITA’ : il sistema sanitario deve essere gestito dalle macroregioni che determineranno le modalità della gestione – fornitura di farmaci sostitutivi a prezzi confrontati anche con altri PAESI dell’ Unione europea- verifica della possibile privatizzazione del sistema

UNIVERSITA’  : razionalizzazione e modernizzazione del sistema università – sostegno alla ricerca in ogni settore in collaborazione con aziende private che avranno agevolazioni fiscali per investimenti nel settore –

SMALTIMENTO RIFIUTI :Sistemazione e realizzazione di quanto necessario  per tutto il territorio nazionale – per lo smaltimento dei rifiuti – tenendo conto delle nuove tecniche ecocompatibili

SCUOLA :Revisione ed accertamento situazione – minimo utenti per classi –approntamento di corsi di aggiornamento docenti- riduzione degli stessi- incremento delle retribuzioni del personale addetto per merito –   sistemazione delle strutture scolastiche con adeguamento alle norme di sicurezza e risparmio energetico

CULTURA : determinazione e progetti per la valorizzazione complessiva dei beni storici e paesaggistici – operazione finalizzata alla gestione ed al  mantenimento del patrimonio esistente e al turismo- previsione di riduzioni fiscali per investimenti nel settore da parte di privati – Sostegno alle iniziative culturali

TURISMO : deve essere considerata  una attività di sviluppo economico sempre più importante ed in accordo con le categorie interessate per agevolare in tutti i sensi i turisti nazionali e stranieri -Valorizzazione delle aree tuttora non efficienti con operazioni di sostegno a operatori del settore ed esenzioni fiscali per investimenti duraturi- attenzione e lotta a situazioni particolari. Promozione nel mondo dei vari settori produttivi nazionali – pubblicizzazione nel mondo della storia, delle città d’arte – delle capacità turistiche – tutela del made in Italy

ASSISTENZA : Attenzione alle famiglie – alle nuove e vecchie povertà in collaborazione con le istituzioni esistenti- facilitazioni per famiglie numerose anche fiscali- detrazioni fisali per contributi ad associazioni onlus

IMMIGRATI:  eliminazione dei benefici a sostegno del reddito agli immigrati e nel caso di accordi con il PAESE di loro provenienza gli esborsi dovranno essere di pari entità a quelli erogati a favore di nostri Connazionali; riconoscimento della nazionalità agli immigrati dopo dieci anni di soggiorno nello STATO previo apprendimento della lingua, giuramento sulla Costituzione di aderire e rispettare la stessa, le leggi dello Stato e delle Regioni, il rispetto ed accettazione della nostra storia, della cultura e rispetto delle religioni esistenti , eliminazione della eventuale doppia cittadinanza. I nati nel nostro PAESE acquisiscono la cittadinanza con loro facoltà al raggiungimento del 18mo anno di scegliere la nazionalità preferita- determinazione del numero annuo possibile di immigrati per necessità lavorative del sistema

PROGRAMMA ECONOMICO POLITICO QUARTA PARTE

FISCO:

Ammodernamento del sistema fiscale che abbia come obiettivi:

le imposte devono essere DETERMINATE  e RISCOSSE  dalla MACROREGIONE con addizionali per i comuni di appartenenza regionale- per le necessità locali- prelievo delle imposte nazionali con riorganizzazione della struttura e degli uffici a livello di macroregione- le aliquote delle imposte nazionali dovranno essere rapportate alle nuove esigenze organizzative dello STATO

FISCO : riforma del sistema fiscale che preveda in linea di massima:

semplificazione del sistema che determini che ogni tipo di reddito deve essere sottoposto a imposizione fiscale con proprie modalità ed  eliminazione di agevolazioni non finalizzate, anche alla luce della fascia di esenzione fiscale; utilizzo di carte di credito per i consumi senza costi per gli utenti, con riconoscimento di credito di imposta alle banche proporzionato ai movimenti effettuati; agevolazioni per gli investimenti privati ed aziendali e introduzione del concetto che i costi in azienda devono essere dedotti non alla luce di decreti ma dalle previsioni di effettivi utilizzi; periodo di prescrizione triennale con obbligo di controllo di tutti i contribuenti e possibilità di concordato in sede di verifica; applicazione del procedimento di mediazione.- regole ed istruzioni semplici con abbandono di riferimenti a più norme di legge o regolamenti o circolari- chiunque deve poter essere corretto contribuente per la chiarezze delle norme- l’evasione è da ricomprendere nei delitti contro la pubblica amministrazione –

persone fisiche.

Sia per le imposte locali che nazionali dovranno essere previsto:

una fascia non imponibile fino a 15/20.000,00 euro 

oltre  e fino a 50.000,00 euro una prima aliquota

oltre e fino a 75.000,00 euro una seconda aliquota

oltre  una terza aliquota  –

società:

aliquota unica sul reddito netto del 25 %

Lotta vera alla evasione fiscale su tutto il territorio nazionale

ATTIVITA’ ECONOMICHE: Sostegno alle imprese e più in generale al mondo del lavoro- industria  – artigiani- commercianti – ordini professionali – associazioni economiche- esenzioni fiscali per nuovi insediamenti produttivi – sfruttamento delle risorse naturali esistenti nel nostro territorio

TERZA PARTE PROGRAMMA POLITICO

AGRICOLTURA : sostegno alla agricoltura – aiuti alle nuove imprese – trattamento tributario agevolato-Verifica dei conti economici – filiera controllata per il contenimento dei costi –e quindi dei prezzi al consumo

TRASPORTI : Individuazione e programmazione delle opere necessarie per la modernizzazione dei trasporti ferroviari – aerei – marittimi – in collaborazione con i privati nazionali e, se del caso, esteri prevedendo per investimenti importanti e duraturi agevolazioni fiscali- modernizzazione della rete viabilistica nazionale e regionale ed interconnessioni con ferrovie – metro – reti locali di trasporto.

BANDA LARGA :Programma per realizzazione, diffusione e l’utilizzo della banda larga

PIANO CASA: Individuazione e determinazione del piano casa – compito da promuovere a livello nazionale, ma compito specifico delle regioni e degli enti locali – anche per la verifica delle effettive necessità locali –con attenzione ai costi ed alle ecocompatibilità –  realizzare le condizioni di affitto in conto acquisto

DIFESA :Ristrutturazione e determinazione delle effettive esigenze per gli apparati militari in funzione della confederazione Europa,di cui rappresenteremo una parte della sua struttura militare complessiva – ,  riduzione del personale, costi ed attrezzature, blocco delle carriere per anzianità di servizio e di benefici – contenimento costi e spese –recupero del materiale militare inutilizzato e degli immobili abbandonati con riconoscimento immediato del possibile utilizzo in deroga ai PGT comunali, salvo verifica estetica e paesaggistica e quindi con maggiore valorizzazione. Ricavi da destinare alla riduzione del debito pubblico.

SICUREZZA E POLIZIA: determinazione compiti ed obiettivi – accorpamento dei corpi esistenti -Ristrutturazione e determinazione delle effettive esigenze per gli apparati di sicurezza e di polizia –– verifica della efficienza degli apparati – aggiornamento e modernizzazione delle  dotazioni relative – realizzazione di reparti specializzati

GIUSTIZIA : ristrutturazione e determinazione delle effettive esigenze della struttura giudiziaria – divisione delle carriere di accusa e di giudizio –  modifica del sistema: due gradi di giudizio massimo, unico giudizio – appello possibile solo se preventivamente verificate le condizioni di accesso – cassazione limitata – riforma della legislazione penale introducendo certe misure alternative- sviluppo della mediazione con previsione di sentenza inappellabile, salvo violazione di legge,  per processi civili fino a 50 mila euro – determinazioni di severe sanzioni per delitti nei confronti degli enti pubblici da chiunque commessi, che non potranno godere di alcuna agevola-zione di qualsiasi tipo

CARCERI: completamento delle strutture in corso di realizzazione – corsi professionali ed azioni di recupero civile e per il reinserimento anche alla luce delle necessità delle aziende di qualsiasi tipo -ammodernamento delle strutture esistenti –

BILANCI PUBBLICI : Obbligo di pareggio dei bilanci pubblici e obbligo di piani di ammortamento per investimenti

SINDACALISTI

Come sempre il Sindacato di qualsiasi colore attraverso il suo segretario, futuro onorevole o senatore, deve intervenire su tutto non avendo ancora capito che la situazione di oggi del PAESE è anche colpa loro. Mi riferisco all’ultima dichiarazione di Bonanni che prevede un “ autunno caldo “ copiando una terminologia di qualche decennio fa circa il blocco di stipendi e salati nella pubblica amministrazione. Mi domando:  ma una azienda che non regge il mercato non mette in cassa integrazione, mobilità o licenzia le persone eccedenti il fabbisogno produttivo? Lo STATO oggi non è assimilabile ad una azienda in difficoltà ed allora perché Cittadini pari a tutti gli altri debbano godere di privilegi particolari ? . Forse per garantirsi le iscrizioni e il mantenimento dei privilegi che a queste organizzazioni sono concessi ?. Il Premier non potrebbe cominciare ad analizzare anche questi costi o anche lui pensa a se stesso? ADESSO BASTA – IO CAMBIO e TU?

RAZZISMO ?

Chissà perché quando si parla di qualche evento particolare avvenuto negli Stati Uniti i nostri giornalisti RAI E NON , devono per forza precisare se da una parte c’è un poliziotto bianco e dall’altra un afroamericano. Ma per caso questi Signori sono razzisti ?. Se non lo fossero saprebbero che i Cittadini di qualsiasi STATO e di qualsiasi colore sono solo e soltanto Cittadini

seconda parte del programma politico economico

Eliminazione del CNEL e organismi simili, delle strutture statali decentrate,  sostituite se del caso,  da uffici regionali e/o con utilizzo delle strutture private presenti nei vari settori .

BUROCRAZIA : Privatizzazione massima di tutto – minimali procedure amministrative- affidamento alla gestione privata delle proprietà pubbliche- loro vendita a deduzione del debito pubblico

ENTI PUBBLICI  : solo indirizzo e controllo da effettuare  in collaborazione con ordini professionali.

In collaborazione con le MACROREGIONI

OPERE PUBBLICHE :Determinazione delle opere a livello nazionale necessarie per modernizzare e aiutare l’economia del Paese a riprendersi

SOCIETA’ PUBBLICHE : devono essere accorpate per settori per una loro maggiore valorizzazione e privatizzate – salvo attività o servizi di interesse nazionale che potranno avere o essere con  partecipazione pubblica

SISTEMAZIONE IDROGEOLOGICA : Individuazione delle opere necessarie per la sistemazione idrogeologica del territorio in collaborazione con gli ordini professionali competenti – fissazione del principio di salvaguardia del territorio –recupero di aree superate o abbandonate –  attenzione e sostegno alle nuove tecniche di costruzione ecocompatibili-

PIANO ACQUA :sistemazione delle reti per le dispersioni e quanto altro necessario per l’utilizzo di un bene prezioso –

COME SEMPRE IN RITARDO

il nostro Premier ha letto il mio programma -e finalmente ha capito che lo statuto è superato – questo l’ho scritto ad ottobre 2011 – meglio tardi che mai- ma la riforma del mondo del lavoro non può essere un palliativo – in altre nazioni – guarda caso – si lavora senza lo statuto e credo che l’ottocento debba essere superato e che ascoltare i cattivi consiglieri sindacali si realizza solo recessione e non sviluppo – vedasi la situazione -cosa fare- semplice – fissare con legge il minimo salariale come si fa in altre nazioni  e poi libertà di contrattazione tra le parti interessate a collaborare. se vuoi saperne di più leggi LAVORO/RIFLESIONI  che ho pubblicato tempo fà

RIPUBBLICO IL PROGRAMMA POLITICO ECONOMICO

a TUTTE LE AMICHE E AGLI AMICI
salvo qualche modifica ho scritto questa cose nel 2011 – come ben sapete -questo è il programma politico nazionale che propongo
Modifica della seconda parte della Costituzione.
Maggiori poteri al Primo  Ministro –Capo del Governo e che sarà anche il Capo dello Stato e rappresentante dell’unità nazionale eletto direttamente
dai Cittadini
Camera dei deputati in misura non superiore a 200 componenti
Eliminazione del Senato
Assemblea di coordinamento delle attività regionali e degli enti locali con un numero di componenti non superiore a 30 con costi a carico delle 5 macroregioni
Eliminazione del titolo di senatore a vita e recupero degli emolumenti
Realizzazione di 5 macroregioni ( Nord – Centro – Sud –Sardegna- Sicilia) definizione delle competenze regionali e regionalizzazione delle strutture statali esistenti,  loro modernizzazione con massima utilizzazione dell’informatica; definizione delle competenze comunali; definizione delle competenze residue statali ed eliminazione di tutti gli ENTI intermedi oggi esistenti; eliminazione delle regioni e province a statuto speciale;
Organizzazione dei COMUNI su base territoriale omogenea con un minimo di popolazione facenti capo alla macroregione di appartenenza .e con strutture informatiche generalizzate e coordinate a livello regionale per le attività generali comuni
Camere di Commercio: mantenimento di una sola al livello di macroregione.
IO CAMBIO e TU?
I  BUFFONI HANNO MODIFICATO IL SENATO E LA CONSIDERANO UNA CONQUISTA ED UNA INNOVAZIONE -VI SEMBRA VERO ?
IO CAMBIO e TU? FORZA UNIAMOCI E CAMBIAMO IL PAESE -WE WANT cambiare le CASTE e la CASTA – IO CAMBIO e TU?

 

ecco come spendere i nostri soldi

LA BATTAGLIA
L’ex consigliere Matteo Iotti E Zeffirino Irali

INCOGNITA DELRIO

IL COMUNE vuole portare in tribunale gli ex consiglieri comunali Zeffirino Irali e Matteo Iotti, e affida una consulenza da 7mila euro a un esperto legale per stabilire i contorni della possibile causa. Il motivo del con-
tendere? Le modalita con cui i consiglieri comunali di Progetto Reggio, nel dicembre 2013, divulgarono e denunciarono in Procura alcuni casi di rimborsi spese chiesti e ottenuti da altri colleghi di Sala del Tricolore
per le missioni sostenute fuori Reggio. I dettagli dei rimborsi spese, considerati poco opportuni, vennero diffusi pubblicamente a inizio dicembre 2013 in una conferenza stampa a cui presero parte Irali e il suo collega di Progetto Reggio Giacomo Giovannini,mentre Iotti, dello stesso partitp, presento un esposto in Procura (sostenuto ovviamente dai colleghi) per chiedere che fosse fatta chiarezza su eventuali profili di irregolarita nei rimborsi.
ILCASO politico suscito un ampio dibattito visto che nella documentazione comunale si trovarono scontrini di whisky e pizzette messi in conto alla collettivita da vari esponenti politici. La polemica divenne esplosiva quando il procuratore capo Giorgio Grandinetti annuncio l’apertura di un fascicolo, una decisione che scateno una reazione decisa da parte dell’allora sindaco vicario Ugo Ferrari, convinto della correttezza dei rimborsi.
A OTTO mesi di distanza e con una amministrazione nuova di zecca, il municipio conferma di voler passare alle vie legali contro gli ex consiglieri di opposizione, tanto che e stato appena conferito in incarico esterno all’avvocato Massimo Donini per valutare gli aspetti piu strettamente tecnico – legali della vicenda .A Donini e stato chiesto di valutare ≪se siano ravvisabili ipotesi penalmente fondate rispetto a quanto esposto dai consiglieri comunali per provvedere, laddove necessario, alla difesa
dell’ente≫: in pratica se siano ravvisabili gli estremi di calunnia e diffamazione nei confronti dei consiglieri oggetto delle critiche di Progetto Reggio.
OBIETTIVO della consulenza e inoltre ≪verificare se l’esercizio del diritto di accesso sia stato conforme alla legge o se viceversa vi sia stato abuso dell’istituto, ovvero se esso sia stato impiegato in modo improprio,
eccedendone i limiti di esercizio e l’ordinaria funzione di controllo; in particolare si chiede se siano state poste in essere condotte penalmente apprezzabili e, in tal caso, quali rimedi possano essere esperiti a tutela
della pubblica onorabilita, dignita e reputazione dell’ente≫.
LA ‘COLPA’ dei rappresentanti della lista, composta da ex appartenenti alla Lega Nord, sarebbe stata quella di aver diffuso scontrini e ricevute che attestano il rimborso spese per alcuni acquisti apparentemente
poco in linea con una missione istituzionali: come alcuni superalcolici consumati in un bar di Bruxelles, l’acquisto di alcune pubblicazioni negli nel corso di una missione a negli Stati Uniti Fort Worth. I consiglieri hanno anche segnalato la mancanza di pezze giustificative su almeno due rimborsi spese concessi ad assessori comunali. Il gruppo aveva chiesto il cambiamento delle regole per accedere ai rimborsi nelle spese di mis-
sione, per rendere la materia piu trasparente anche mediante la possibilita di accesso ai dati attraverso il sito internet dell’amministrazione comunale.

oggi i consiglieri hanno aderito a  ” IO CAMBIO -mdpp ”

ALLORA PERCHE’ LA SPESA PER CONSULENZA A PROFESSIONISTA ESTERNO PER CONTO DEL COMUNE A TUTELA DELL’ONORABILITA’ DI CHI? NON BASTAVA VERIFICARE SE IL TUTTO E’ O MENO REGOLARE?

ECCO PERCHE’ IOCAMBIO e TU? CI VOGLIAMO DECIDERCI ED UNIRCI PER CAMBIARE LA CASTA E LE CASTE? FORZA DOBBIAMO CAMBIARE IL PAESE – IOCAMBIO e TU? NON BASTAVA VERIFICARE SE IL TUTTO E’ O MENO REGOLARE?  TANTO PAGA PANTALONE – IO CABIO E TU?