NUOVA RESISTENZA

Abbiamo ricordato il 70mo anniversario della LIBERAZIONE ed in molti ci stiamo accorgendo che occorre una nuova RESISTENZA  contro la CLASSE POLITICA che ci governa e che non affronta i problemi esistenti per migliorare le condizioni di vita di tutti i CITTADINI. I problemi del PAESE vengono dimenticati e si attende che le cose si sistemino da sole: “ laissez nous faire “, non avendo ben presente che i tempi sono cambiati e che occorrono decisioni immediate oltre a capacità di pensiero che  non possono essere nel patrimonio culturale di burocrati messi a posti di responsabilità . Non è con la burocrazia che si può progettare il futuro, ma con una visione da statisti che oggi non si vedono e prova di ciò è l’incapacità di capire che il “ sistema PAESE “ deve essere cambiato .

ECCO PERCHE’ OCCORRE UNA NUOVA RESISTENZA CONTRO UNA CLASSE POLITICA INCAPACE ED INESISTENTE COME HANNO DIMOSTRATO I GOVERNI RECENTI ACCETTATI SENZA DISCUSSIONI E SENZA MANDATO POPOLARE

Forza uniamoci ed azzeriamo il tutto per ripartire e  R I N A S C E R E 

                                  PER ESSERE PROTAGONISTI DEL NOSTRO FUTURO

 

 

MAI SI AFFRONTANO I PROBLEMI……

Viene vantata dal nostro Premier una modifica dell’atteggiamento del Governo Europeo nei confronti dell’esodo al quale stiamo assistendo proveniente dai Paese Nord Africani. Viene detto ciò per il fatto che sono stati triplicati i milioni di euro messi a disposizione ed è stato raggiunto l’importo che il nostro sistema spendeva con la operazione “ mare nostrum “ dimentichi della nostra crisi economica e dei nostri cittadini che vivono con pensione da 96,00 euro mese come abbiamo visto in televisione. Siamo però un Popolo generoso e quindi possiamo ignorare tranquillamente i bisogni della nostra GENTE , tanto continueranno a votare i cattivi Dirigenti che ci ritroviamo.  Bene aver messo a disposizione tanti soldi, ma non è così che si affronta questo problema. I nostri bisnonni lasciavano il loro Paese alla ricerca di un luogo dove vivere con la propria famiglia per garantire a tutti il soddisfacimento dei loro bisogni. Oggi gran parte dei “ migranti “  lascia il loro Paese per ricercare le condizioni di vita migliore e ciò crea tutti i problemi ed i costi che non sono solo economici a noi “ frontiera “ dell’Europa così come a Grecia, Turchia, Spagna , Malta. Cosa fare? Mi pare che il problema debba essere affrontato creando dei “ campi “ di accoglienza nei Paesi Nord africani di partenza e lì effettuare la selezione ed i controlli e non ultimi anche quelli sanitari. Ricordo che con la bandiera ONU siamo stati in vari PAESI e che altre Nazioni, per loro particolari interessi, hanno anche inventato minacce da armi chimiche e sono intervenuti militarmente in altri PAESI. Cosa serve l’ ONU se non affronta i problemi dei PAESI con al governo DITTATORI o dove la democrazia è solo una parola sul vocabolario? Non pensate che tutti,  trovando condizioni di vita accettabili, resterebbero nel loro PAESE ? Non credete che i nostri bisnonni sarebbe restati qui nel loro PAESE se avessero avuto condizioni di vita possibili e non la fame o la violenza di varia natura? Allora perché non spendere bene i soldi messi a disposizione per concorrere a creare nei PAESI di alta emigrazione le condizioni di vita perché i loro Cittadini possano restare e viverci decentemente ? Forse così facendo potremmo anche ricavare qualche beneficio economico e non solo danni come oggi. Poi perché il nostro Premier non sottolinea anche che il Premier inglese metterà a disposizione una nave per l’operazione “taxi “ , ma che non accetterà immigrati sul suo territorio ? La Gran Bretania è parte della Comunità Europea o è una Nazione con troppe particolarità . Allora vogliamo deciderci e dimostrare che siamo un POPOLO che ha il coraggio di cambiare questo sistema e che occorre azzerare il tutto e ripartire – occorre perciò  R I N A S C E R E

 

 

 

LEGGE ELETTORALE

Non so bene se siamo alla 102 o 103ma settimana decisiva per la eliminazione delle provincie e per la legge elettorale.

E’ certo che la legge elettorale  deve essere  rifatta ed è  altrettanto certo che la stessa  deve “ salvaguar-dare “ l’esistente altrimenti questi nostri Dirigenti dove andranno a finire dato che forse neanche i vitalizi e le pensioni potranno loro bastare, basterebbe riconoscere loro la pensione minima di circa 480,00 euro mese e sicuramente si renderebbero conto di come vivono nel lusso i loro Connazionali che percepiscono tale pensione, ma i dissapori per il mantenimento del posto sono sempre più forti tant’è che il Premier è disposto a far mettere mano alle norme di modifica del SENATO. Non dovrebbe essere eliminato?

Vi sembra questo il modo corretto di agire di Dirigenti Nazionali che dovrebbero avere a cuore il PAESE e i suoi Cittadini nuovi e vecchi,  e di parlamentari  che tali non dovrebbero essere dopo le pronunce della Corte Costituzionale sulla legge elettorale che li ha eletti.

Certo occorre avere una legge che dia la rappresentanza degli elettori a delegati e che la maggioranza che ne scaturisce possa governare, ma occorre cambiare il sistema e far eleggere il Premier  e richiedere  l’approvazione del suo programma politico- economico  agli Elettori. Occorre poi una opposizione che lavori con la maggioranza per migliorare i provvedimenti  e non per rallentare le decisioni . Occorre capire che siamo un PAESE per con tutte le differenze delle varie zone .

Ecco perché occorre azzerare il tutto e ripartire – ecco perché occorre

                                                               R I N A S C E R E

 

 

 

 

 

 

N O V I T A’

Oggi si parla di occuparci del movimento migranti con il programma di distruggere i barconi che vengono utilizzati per il loro trasporto . Bene questo sicuramente eviterà la morte in mare di molti e non solo, ma non si risolve il problema. Il Governo di Tripoli si è reso disponibile ad accettare sul proprio territorio di forze militari straniere purché venga rispettata la sovranità del PAESE e ciò per dare ai migranti lì arrivati  un aiuto vero perché si può morire anche sulla terra per abusi di ogni tipo. Non possiamo dimenticarci che questi UOMINI lasciano la loro terra per ricercare la “ felicità “ come ci ha ricordato il Pontefice domenica. Allora forza incominciamo ad affrontare i problemi completamente e non solo per tranquillizzare le proprie coscienze e cercare di ottenere consenso.

Basta con questa CASTA incapace . Forza azzeriamo il tutto per ripartire e RINASCERE

700 morti nel canale di Sicilia….

Non si sa ancora con certezza che questo sia il numero vero dei migranti annegati per il rovesciamento del barcone, ma resta il fatto che la situazione nel continente a noi vicino crea tutti i problemi che stiamo anche noi vivendo.

Purtroppo abbiamo dei Dirigenti che non si rendono conto che il PAESE non vorrebbe vedere queste cose, ma che non è disposto a tollerare la situazione continuamente. I problemi del nostro PAESE sono noti a tutti ed i bisogni altrettanto e pertanto è un delitto continuare a spendere miliardi tolti alle tasche dei Cittadini senza provvedere veramente a quanto servirebbe .

Perfino il PAPA ieri ha richiesto serio intervento per veramente affrontare la questione esistente e quindi si operi sotto qualsiasi bandiera    ONU –   EUROPA ma si affronti il problema una volta per tutte non facendo i “ buonisti “  senza alcuna utilità e facendo vivere male i “ migranti “ ed i nostri CONNAZIONALI nel bisogno.

Siamo il confine dell’ UNIONE  ed allora tutti i 28 PAESI collaborino a risolvere questo  problema altrimenti dicano a chiare lettere cosa vogliono fare .

VEDREMO DOMANI COSA AVRANNO DECISO NELLA RIUNIONE ODIERNA

Un motivo in più per azzerare il tutto e ripartire per

                                                                              R  I  N  A  S  C  E  R  E

 

FORZA UNIAMOCI PER RINASCERE

Eleggere persone donne e uomini che abbiano come motivazione il “ BENE COMUNE “ e non la ricerca di un posto al sole. Gente normale, gente che sappia che cosa occorre all’ UOMO, alla famiglia, alle nuove e vecchie povertà, che sia disposta a rappresentare tutte queste esigenze che conosce personalmente e che, dato il contributo alla gestione della cosa pubblica, ritorni alla propria attività, alla propria famiglia, alla propria comunità, al proprio lavoro. Se così non fosse avremmo, come abbiamo, persone che non sanno cosa sia tribolare per guadagnarsi il “ pane quotidiano “, che vive in un “ mondo parallelo “ lontano dalla quotidianità delle famiglie normali, dato che con il consenso ottenuto e con gli scambi di favori, hanno ottenuto “ compensi “ diretti ed indiretti rilevanti che consentono una vita senza difficoltà.

Come ci ha detto anche PAPA FRANCESCO da cattolici dovremmo occuparci nel modo detto della cosa pubblica, perché senza  valori MORALI  non si può andare lontano:  “…. Noi cristiani non possiamo “giocare da Pilato”, lavarci le mani: non possiamo. Dobbiamo coinvolgerci nella politica, perché la politica è una delle forme più alte della carità, perché cerca il bene comune e i laici cristiani devono lavorare in politica. …”

Etica e morale sono i dettati di partenza e quindi la volontà di ben operare senza interessi personali  come ci disse un altro Pontefice –

da gaudium e spes ………………… vi si preparino e si preoccupino di esercitarla senza badare al proprio interesse e a vantaggi materiali……….

o dalla “ pacem in terris “

… ci permettiamo richiamare i nostri figli al dovere che hanno di partecipare attivamente alla vita pubblica e di contribuire all’attuazione del bene comune della famiglia umana e della propria comunità politica; e di adoprarsi quindi, nella luce della fede e con la forza dell’amore, perché le istituzioni a finalità economiche, sociali, culturali e politiche, siano tali da non creare ostacoli, ma piuttosto facilitare o rendere meno arduo alle persone il loro perfezionamento….

Cosa che purtroppo abbiamo dovuto constatare  non si sia verificata, ma non solo abbiamo dovuto constatare come i Cattolici o autodichiaratisi tali, si siamo “ nascosti “ nei vari partiti alla ricerca ed al mantenimento del solito posto al sole. I guadagni di questi posti sono molto interessanti e quindi difficili da lasciare.

 Ecco perché occorre :

-riportare etica e morale nella politica e nell’economia

-modernizzare lo STATO

In queste sintetizzazioni si ricomprende tutto.  Occorre in primo luogo la modernizzazione dello STATO perché così come gestito con le tante e troppe  strutture che nel tempo sono state aggiunte ed ampliate in modo da distribuire il potere e alla fine  “ perdere “ tanto tempo per le decisioni necessarie che arrivano sempre in ritardo e rimangono sostanzialmente lettera morta. Il nostro STATO è organizzato come previsto inizialmente dai Padri Fondatori e poi modificato dai Successori fino ad arrivare alla situazione di oggi,  finalizzato a dare a tutti potere fine a se stesso ed i vantaggi per i soliti noti. E’ pacifico che nel 1946 non era immaginabile l’era informatica che viviamo, non era pensabile la globalizzazione anche se negli anni 50 con la creazione della prima comunità europea del carbone e dell’acciaio, gli  STATISTI del tempo stavano già guardano lontano. Poi sono arrivati “ show man “ e il tutto è andato a “ remengo “ .

Il tutto sempre finalizzato ai ritorni personali pur di mantenere il “ posto “.

Ecco perché occorre rimuovere i PARTITI e la CASTA che difficilmente capisce queste cose e se le capisce le ignora nei fatti. Vedasi anche oggi le lotte intestine nei vari partiti per mantenere il comando, dato che senza, si corre il rischio di non essere più candidati.

WE WANT cambiare la CASTA e le CASTE – vedasi anche quelle professionali

è il grido che lanciamo per azzerare il tutto e ripartire

Veramente credo che si possa cambiare e RINASCERE, veramente credo che il 53% che non vota , che molti scoraggiati dalla situazione attuale e dai Governanti  di oggi, possano riunirsi e credere in questo :

realizzare un mondo nuovo dove la solidarietà sia costante di ogni azione, dove si possa concepire l’assenza dello sfruttamento in qualsiasi modo o natura della GENTE, dove anche nell’economia e quindi nel mondo del lavoro, si possano concepire rapporti diversi, dove le parti necessarie alla produzione di beni e servizi possano godere dei frutti di quanto realizzato, dove tutti in qualsiasi posizione si trovino siano convinti che sono un “ rotellina “ dell’insieme e che pertanto ogni attività mal fatta nuoce a tutta la collettività.

credo veramente che ciò possa essere l’ideale per milioni di persone giovani e vecchie, che tutti possano concepire e capire un MONDO NUOVO da realizzare

azzerando il tutto per ripartire  e  R I N A S C E R E

COME SEMPRE……..

Guarda caso che in prossimità delle elezioni Europee si trovano 80,00 euro per i dipendenti con reddito inferiore ai 26000,00 euro annui ed in occasione delle Regionali si trova il TESORETTO.Non ho mai capito come sia stato “coperta”  la riduzione fiscale applicata con gli 80,00 euro ed è strano che questo avanzo  si possa trovare e pensare di spenderlo pur avendo raggiunto il record del debito pubblico pari a oggi 2170 mld di euro. Non credo che esista il TESORETTO se il debito pubblico aumenta, ma il nostro GOVERNO ci illude ancora una volta con le chiacchiere  visto il DISGUSTO  di tutti noi dovendo apprendere di quante cose non funzionano: soffitti di scuole che cadono, ponti che cedono,  strade che crollano, concussioni varie, corruzione, processi che non si sa bene quando verranno fatti per chi è stato coinvolto con le opere del MOSE, dell’EXPO, MAFIA CAPITALE etc. etc.

Bisogna azzerare tutto per ricominciare e RINASCERE

FORZA UNIAMOCI PER VERAMENTE CAMBIARE E  R I N A S C E R E