al Presidente RENZI

Caro Presidente oggi parli di un piano B per la questione immigrati. Meglio tardi che mai, ma mi domando perché spendi tanti soldi di noi contribuenti per ulteriormente aggravare il problema e non adotti una soluzione semplice : le nostre navi devono impedire l’accesso alle nostre acque territoriali. Se così si farà sparirebbero gli “ scafisti” dato che si verrà a sapere che “ NON SI PASSA “ (UN NUOVO 24 MAGGIO) e si scoraggeranno questi “ MIGRANTI “ dal tentare il viaggio in altro modo dato che si deve far sapere che è finita la tolleranza. Certo dobbiamo avere attenzione per questi CITTADINI DEL MONDO , ma non possiamo farlo da soli . L’EUROPA E L’ ONU devono intervenire e devono tentare di risolvere i problemi nei luoghi di provenienza  e con la realizzazione di “ CAMPI “  che diano assistenza nei loro PAESI o nei PAESI  di transito con la selezione necessaria e con la chiarezza numerica di quanti immigrati i PAESI  di Europa possono accogliere. Ci siano dimenticati in quanti PAESI sono presenti le nostre truppe e non certo per la realizzazione di un impero, ci siamo dimenticati di quanti interventi per scopi puramente economici qualche PAESE europeo ha fatto anche in tempi recenti?  Credo che i Cittadini devono decidere in merito e occorrerebbe fare come  in qualche PAESE non dell’UNIONE avviene : il GOVERNO CENTRALE chiede e si attiene alle decisioni del CITTADINI in quanto democraticamente si ritengono loro rappresentanti  e non loro “ sovrani”. Forse, caro Presidente, ti sei dimenticato  che sei partito per essere ROTTAMATORE e non CONSERVATORE .

 

 

 

al Cardinale Bagnasco

Ho sentito le Sue dichiarazioni e in amicizia Le esprimo il mio parere circa gli immigrati. Sono d’accordo che bisogna dividere il “ mantello “ con chi ne ha bisogno, ma per farlo occorre averlo. E’ un periodo dove milioni di nostri Connazionali sono alla fame, vedi la Charitas, si suicidano per la vergogna di non poter adempiere alle loro obbligazioni prendendo atto di un proprio fallimento, milioni di pensionati  che devono sacrificare tante cose nel quotidiano e non ultimo il cibo per arrivare alla fine del mese ed è  certo che per dividere il mantello milioni di poveri ridotti così dalla crisi devono comunque pagare imposte e tasse non sufficienti alla copertura delle spese dello STATO tant’è che aumenta il debito pubblico sottraendo così tante risorse “ fresche” e che a breve provocheranno il “ fallimento “ dello STATO subito dopo la GRECIA.  Dove è Lei e mi scuso se non ho letto niente in merito, circa i “ POTENTATI “  che governano il mondo e che guadagnano sui sacrifici di molti e sicuramente non dividono il “ mantello “ tant’ è che sempre più ricchezza è nelle loro mani. Per completezza  Le segnalo una frase del Cardinal Martini “ ——gli stranieri sono un prezioso segno dei tempi che ci sveglia e ci interroga. Non sono una maledizione, ma una chance per il rinnovamento della nostra civiltà; sta a noi decidere se la sprovvedutezza o l’intolleranza debbano generare intolleranza morale, politica, sociale e religiosa ancor più gravi “.  Quindi certo dividere il “ mantello “ ma con cognizione di causa e non come stiamo facendo ora con l’unico risultato di sprecare ricchezza inutilmente a favore di tanti che certo non si riconoscono in questo pensiero anche se di matrice cattolica.

PS. Cardinale quanti immigrati ospita nella sua residenza? Perché non farlo sapere

I M M I G R A T I

Basta parlarne . Abbiamo un Governo di incapaci che sanno solo perdere tempo e spendere male a nostro danno i nostri “quattrini “. Tanto a loro nulla cambia si sono garantiti alla nostra faccia redditi rilevanti e vantaggi indiretti nella migliore delle ipotesi . L’unica cosa da fare in assenza di una EUROPA UNITA e consapevole e di un Governo libico affidabile è eliminare le “ NAVI TAXI “ nazionali ed estere. Chi raccoglie si porta a casa i migranti. Basta indecisioni.

LE NOSTRE NAVI DEVONO IMPEDIRE CON QUALSIASI MEZZO L’INGRESSO NELLE ACQUE TERRITORIALI  E CIO’ DEVE ESSERE RISAPUTO – UNA VOLTA TANTO MOSTRIAMO DI ESSERE SERI

LA SOLIDARIETA’ LA DIMOSTREREMO SE CI SARA’ CONSENTITA  CON CAMPI PROFUGHI NEI PAESI DI PARTENZA – E CON COMUNICAZIONE DEL NUMERO DI IMMIGRANTI ANNUO CHE POSSIAMO RICEVERE

Non si possono spendere migliaia di euro per ogni migrante ogni mese e non aiutare CONNAZIONALI alla fame o con pensioni da fame.

L’unica cosa da fare e mandare a casa questa CASTA DI INCAPACI, parolai  e furbastri

Occorre azzerare tutto e ripartire –

                                        occorre RINASCERE –

ecco perché dobbiamo unirci e rinnovare la Dirigenza del PAESE con persone serie ed oneste- gente normale – madri e padri di famiglia – basta  astenerci   o votare coloro che ci hanno portato al fallimento con 2200 miliardi di debito pubblico di cui non parlano mai .

 

CONVEGNO

RIPRESA ECONOMICA : REALTA’  o FINZIONE

RINASCERE HA ORGANIZZATO PER SABATO 13 GIUNGO  ALLE ORE 10,00 PRESSO NOVOTEL – VIA CECCHERINI 21  – VENEZIA MESTRE

QUESTO CONVEGNO – FORZA UNISCITI A NOI – VOGLIAMO CAMBIARE IL PAESE

CI SERVE ANCHE IL TUO AIUTO – ASSIEME  POSSIAMO RIPARTIRE E ROTTAMARE VERAMENTE  IL VECCHIO

 

COSA PROPONIAMO

Modifica della Costituzione per attualizzare la organizzazione politica e amministrativa dello STATO. BASTA PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E PRIMO MINISTRO. Una solo figura, il Primo ministro, eletto direttamente dal Cittadini e come già scritto dopo due legislatura fuori da ogni incarico pubblico. Abolizione vera  del Senato, delle Province e delle Regioni : solo delle macro regioni  ( 5) gestite direttamente dal Centro amministrativamente  e   con controllo politico e nomina dei rappresentanti  della MacroRegione al Parlamento  direttamente.  Basta voto al Partito, ma al Candidato che si propone per l’incarico .  Si voterà così solo chi riterremo adatto  e capace. I costi della gestione dello STATO sono solo prelievi dalle nostre tasche che poi vengono gettati al vento. Siamo nel 2015 e non più nell’800.

Forza unisciti a noi altrimenti il NUOVO non lo vedremo mai , questa CASTA non modificherà niente dato che le modifiche serie li vedrebbe rinunciare ad una vita comoda  con costi a danno di noi “ PANTALONE”

Azzeriamo il tutto per ripartire – forza occorre RINASCERE

VIVA SEMPRE IL ROTTAMATORE

Come sempre il Premier ha annunciato e non ha fatto. Auto blu, scorte ai “magnifici “, province, senato della repubblica, vitalizi, pensioni erogate senza i versamenti contributivi , blocco delle pensioni eccedenti  un massimo da stabilire, imprese di proprietà o con partecipazione pubblica  e tanto altro. Qualcosa si è fatto finta di fare per mantenere la situazione. La vera rottamazione è stata quella relativa ad occupanti poltrone per sostituirli con il NUOVO ed i suoi amici. Le “ donazioni “ fatte hanno comportato l’aumento del debito pubblico ora a 2200 miliardi. A quando la formalizzazione del default .

Azzeriamo tutto per ripartire e RINASCERE  – FORZA DACCI IL TUO CONSENSO –

                                            ED CON NOI CAMBIEREMO IL PAESE