S A N I T A’

La Ministro ha deciso che gli esami inutili non debbono essere effettuati. Mi sembra giusto che i MEDICI debbano essere responsabili delle loro diagnosi e che non debbano prescrivere esami inutili, ma con i tempi che corrono, può capitare che un MEDICO non abbia certezza della diagnosi e quindi prescriva degli esami a conferma o meno della sua convinzione e ciò ha sicuramente un costo, ma garantisce sia il MEDICO che il PAZIENTE.  Come più volte detto non si capisce perché non venga emanato un decreto legge per l’utilizzo dei COSTI  STANDARD in tutte le Regioni e non si capisce perché gli esami fatti in un centro medico pubblico non possano essere utilizzati in altro centro medico, ma debbano essere rifatti nel nuovo centro.Questi costi sono tollerati? Perché ? 

Ed ancora perché nei PRONTO SOCCORSO chi ha la classificazione verde debba attendere ore, sei, sette, otto ore, per essere visitato ? Sono ridotti anche  i MEDICI per risparmiare? E per le visite prenotate perché occorrono mesi per ottenere un appuntamento, forse perché non vengano fatte nel SERIZIO SANITARIO PUBBLICO, ma inviati al SERVIZIO PRIVATO?

Viva il Rottamatore d i suoi “ fedelissimi “.

 

IMMIGRAZIONE e ALTRO

E’ incredibile che il fenomeno massiccio della immigrazione in Europa non trovi STATISTI  che affrontino come si deve  il problema . Siamo di fronte a dei Politici  che pensano alle prossime elezioni e ciò è confermato, nel nostro Paese,  dalle “ chiacchiere “ continue in questo senso, le promesse per la riduzione di oneri fiscali ed il programmato giro in tante città, ma é assente una visione seria del futuro per il nostro Paese e delle prevedibili modificazioni della nostra società che una presenza così massiccia di Migranti con altra storia, cultura, religione, abitudini, creerà.  

Il problema di questa situazione è stato in gran parte provocato dall’Occidente che è intervenuto  senza guardare al futuro o avendo guardato solo ed esclusivamente con proprie visioni e o convenienze momentanee, non corrispondenti alla realtà di quei Paesi sia da un punto di vista culturale,  politico e religioso  Come già ho scritto l’aiuto a queste Popolazioni va dato sicuramente, ma nei loro Paesi, cioè dobbiamo concorrere ed intervenire senza continue chiacchiere delle Istituzioni internazionali come l’ ONU o di  alcuni Dirigenti di  Paesi europei, compreso il nostro Premier.  Anche il nostro attuale Presidente della Repubblica ha avuto modo di dire “ che è il terrorismo che li scaccia”.  Quindi attenzione, solidarietà  e selezione preventiva.

 Solo alla fine di questo mese, in ritardo vergognoso,  il problema verrà trattato all’ONU ed anche lì correremo il rischio di tante parole, anche lì  con il contributo finanziario nostro,  mentre sarebbe opportuna la decisione di intervenire ed eliminare le cause di questa situazione come già fatto per il passato in altre situazioni di pericolo, ma per fare ciò occorre la credibilità di Statisti che purtroppo non si vedono e non dimentichiamolo, ma abbiamo anche un Segretario generale in scadenza di mandato. In Europa siamo arrivati alla proposta dei Governanti di due Paesi per una ripartizione obbligatoria degli immigrati con sanzioni a carico dei Paesi inadempienti.  E’ UN ASSURDO. Così facendo non si costruisce l’unione europea, ma si creano le condizioni per la rottura dell’unione. E’ ora di finirla che i Governanti anche del nostro PAESE che ha molti problemi, si permettano di continuare a spendere i soldi nostri senza alcuna rinuncia da parte loro e senza consultare per problemi così importanti i CITTADINI. Affrontare una simile situazione con i costi relativi in un momento di difficoltà economiche con 4,2 milioni di Connazionali alla FAME e 10,5 milioni di altri Connazionali che non arrivano alla fine del mese è veramente difficile, ma se si deve fare, lo si deve fare in modo serio e con l’espressa volontà dei Cittadini elettori. Chi ci Governa oggi non ha chiesto la volontà degli elettori su questo argomento e che nemmeno fu trattato nell’illustrazione dei vari programmi politici economici in occasione del rinnovo del Parlamento,  ma opera con proprio convincimento con carico di spesa a carico di noi tutti. Domanda:  è questa la democrazia di oggi? E’  questo il segno della civiltà che dobbiamo solo avere nei confronti dei Migranti? E’ per questa democrazia che si richiedono inutili modifiche della Costituzione finalizzati al potere del Premier?. Ed ancora, si sono resi conto, questi fasulli Governanti, che una immigrazione massiccia con questa caratteristiche e senza aver pensato ai problemi che si creeranno nei nostri Paesi e quindi senza aver predisposto norme e condizione di presenza nella nostra società, norme  che accettino la loro presenza, ma che impediscano l’alterazione delle nostre modalità di vita. Questa massiccia migrazione differente da quelle del passato,creerà in un futuro non lontano, la necessità di disposizioni legislative che accettino principi loro, visti anche i loro comportamenti di oggi, perché avremo chi farà lo sciopero della fame, chi ci dirà che un Paese civile deve riconoscere questi e quei diritti. Avremo trasmissioni televisive continue, giornali pieni di articoli pro o contro queste richieste. Sempre e solo inutili parole alle spalle di chi veramente soffre.

In un Paese a noi territorialmente vicino si legge nella Costituzione federale che è “ vietata l’edificazione di minareti “ e ciò è stato approvato dal Popolo con una votazione richiesta dal Governo federale e nessuna ha detto niente. Forse sono un po’ più avanti nella conduzione democratica del Paese e chi li governa forse non pensa di essere “  PADRE E PADRONE “  della  Nazione.

Allora già che ci siamo per “ essere civili “ come ha detto la Ministro competente , nella discussione prossima in Parlamento sui diritti delle unioni civili poniamo in discussione anche la possibilità di essere bigami e di avere un harem maschile e femminile ovviamente. Saremo sicuramente civili. Costruiamo moschee ed abbattiamo la Chiese. Saremo sicuramente civili. Paghiamo assegni a sostegno della famiglia di questi migranti con i soldi dei sacrifici di decenni di Connazionali, ma lasciamo pensioni da fame, non facciamo gli investimenti necessari alla ripresa economica, lasciamo 4 milioni di Cittadini alla fame ed altrettanti disoccupati, non creiamo occasioni di lavoro per i nostri giovani

                                SIAMO CIVILI ED ATTENTI  AI MIGRANTI

Intervenire in questi Paesi è proibito, ma avere 36 o 37 missioni di pace all’estero con oltre 50 morti di nostri Connazionali, è essere civili. Basta anche per queste missioni, non possiamo permettercelo con un debito pubblico di circa 2300 miliardi e con una economia che non riprende come dovrebbe.

                 BASTA CON QUESTA CASTA e con tutte le CASTE del nostro Paese.

Prendiamo atto della situazione di FALLIMENTO in cui ci troviamo e troviamo il coraggio di cambiare per azzerare per ripartire e RINASCERE.

 

L’AUTUNNO E’ ARRIVATO

Molte le “ chiacchiere” che tutti abbiamo sentito su diversi argomenti come il piano B per gli immigrati, la ripresa ed i suoi diminutivi, l’occupazione, lo sgravio fiscale da programmare sulle case e sui redditi, la modifica del Senato e potremmo continuare. Nessuno di questi argomenti ha visto la sua concreta realizzazione con soluzione effettiva nell’interesse del PAESE , dichiarazioni fatte solo per dare l’idea del nuovo.

Mediaticamente si danno dati positivi per poi rettificarli e come sempre non si fanno le cose serie, vere che potrebbero portare ad una speranza di futuro .

Vantare come successo la regolarizzazione di “ precari della scuola “ che per anni hanno lavorato in quelle condizioni non è sicuramente un merito, ma semplicemente un atto dovuto che per anni è stato dimenticato.

Perché fatto ora. Solo e semplicemente per acquisire simpatie elettorali come si è visto con i famosi 80 euro e la resa ottenuta  alle elezioni europee giostrando  i dati  elettorali e calcolando percentuali sui votanti dimenticando la maggioranza astenuta,  dato che le molte  “ chiacchiere”  hanno ridotto la simpatie iniziali nei confronti del Premier  che era visto come un politico nuovo e per le sue affermazioni di “ rivoluzionare “ il tutto in tempi rapidi come lui stesso aveva annunciato citando i mesi di conclusione.Purtroppo quanto  detto non è stato fatto dato che le cose da fare sono molte e producono molti “ nemici “ e quindi il rischio di “ perdere le poltrone “ Ecco perché non si tagliano i troppi posti nella pubblica amministrazione, i livelli degli stipendi, le aziende partecipate o possedute dagli Enti,  inutili o in perdita o con solo Consiglio di amministrazione e nessun dipendente, le pensioni d’oro che non hanno a monte il versamento contributivo, l’attribuzione di incarichi  ai pensionati d’oro nella pubblica amministrazione o nei vari Consessi spesso inutili, ecco perché non si modifica la Costituzione anche là dove si prevedono organismi superati per mille ragioni, ma che pagano compensi ad ex di qualche cosa. Ecco perché non si è mai data struttura legislativa all’art. 39 della Costituzione e non si è mai chiesto ai SINDACATI  la pubblicazione dei loro bilanci e resi noti i compensi dei Dirigenti viste anche le recenti polemiche nella CGIL, nonché la verifica dei comportamenti contabili secondo la normativa esistente . Ed ancora la riorganizzazione della struttura pubblica con gli accorpamenti oggi necessari per economie di scala e per i servizi che possono essere resi anche in via informatica senza la necessità di uffici decentrati. Ecco perché provvedimenti parziali solo per tentare di far chiudere gli occhi anche in Europa, vedasi la legislazione sulle province , il tentativo di un Senato con Senatori non eleggibili dai Cittadini, vedasi il job’s act , cose imperfette su problematiche serie. Ecco perché si è accantonato con un nuovo incarico Cottarelli che diceva queste cose.

Ed ancora perché non si provvede per  la ripresa economica con investimenti pubblici necessari alla modernizzazione del PAESE annunciati e dilazionati negli anni dato che non sono sostenuti dai finanziamenti necessari e come sempre  comunicazioni mediatiche e senza  la vera soluzione dei problemi, che così facendo, si aggravano come dimostra il mancato intervento per la sistemazione idrogeologica  nel PAESE.   Vedasi i tanti MOSE partiti con una previsione di spesa e che durano molti anni in più del necessario anche a causa di una legislazione che crea problemi e per gli incarichi e per finanziamenti dati col contagocce in modo che ad ogni assegnazione e liquidazione, qualcuno possa avere qualche beneficio.

Vedasi quanto ho scritto fin dall’ottobre 2011 e che in parte il premier ha rilevato dal mio programma politico- economico che a suo tempo gli avevo inviato e che in parte ha adottato anche su questo argomento con il controllo antimafia di Cantone.

Basta con il DEBITO PUBBLICO per pagare spese di gestione, ma INVESTIMENTI SERI per la ripresa economica perché senza di essa non si creano posti di lavoro.

Se questo è il NUOVO credo che essendo il marcio diventato sistema, il sistema debba essere cambiato.

Ecco perché si deve azzerare tutto per ripartire e per RINASCERE

Basta provvedimenti inutili perché parziali o ininfluenti. Il NUOVO  vuole provvedimenti seri in tutti settori sia pure con sacrifici ma che veramente costituiscano la base di un PAESE nuovo e moderno.

Non illudiamoci la CLASSE POLITICA esistente pensa solo e sempre a se stessa dato che se così non fosse le cose che ognuno di noi constata nel quotidiano non ci sarebbero. Forza uniamoci e ricordiamo che il CAMBIAMENTO SI PUO’ FARE CON LA MATITA NELLA CABINA ELETTORALE.

Rinascere.info

 

HO LETTO……….

Ho letto in questi giorni molti scritti di utenti su pensioni, diritti acquisiti, privilegi della CASTA di ieri e di oggi, immigrati, burocrati europei e nazionali , rimborsi a tunisini , furbate circa la riduzione di imposte su questo o quello e tanto altro.

Il tutto è la manifestazione di una insoddisfazione generale che è ormai palpabile e tutti proprio tutti dalle casalinghe ai lavoratori di ogni tipo, dai professionisti agli imprenditori di ogni tipo, dai pensionati ai giovani disoccupati, sentono e  vorrebbero dei Politici con la P maiuscola e non dei Poveri ( sempre con la P maiuscola) burocrati che hanno ridotto il nostro PAESE alle attuali condizioni di  FALLIMENTO – Chi non ci crede pensi ai GOVERNI dei Professori e dei RIFORMATORI che hanno incrementato il debito pubblico da 1570 circa mld del  novembre 2011 a 2300 mld  del  giugno 2014 con  il giudizio  delle agenzie di rating di titoli spazzatura. Questi sono gli       

                               AMMINISTRATORI DEL NOSTRO PAESE

                      QUESTI SONO GLI “ STATISTI “ CHE CI MERITIAMO

Dobbiamo azzerare tutto per ripartire e RINASCERE .

Forza basta LAMENTELE, uniamoci in una “ federazione “ di gente per bene che abbia cuore e  cervello, che voglia fare cose serie e  gestire per realizzare per quanto possibile il  BENE COMUNE e  sinteticamente :

RIPORTARE ETICA E MORALE NELLA POLITICA E NELL’ECONOMIA

MODERNIZZARE IL PAESE

Forza madri e padri di famiglia UNIAMOCI e diamo la nostra disponibilità a questo Movimento per candidarci alla gestione del PAESE e quindi diventare referenti in ogni Comune.

FORZA

“ la rivoluzione di fa con il POPOLO nelle piazze, il cambiamento con la MATITA nel seggio elettorale. “

Basta restare indifferenti e lamentarci. Forza uniamoci e facciamoci sentire

WE WANT  mandare  a casa la CASTA e le CASTE

Rinascere