BASTA SUBIRE

I nostri dirigenti politici molto occupati a pensare al loro futuro da milionari non pensano alla povera gente ed al nostro PAESE rinviando sempre le decisioni più ovvie che chiunque di noi prenderebbe a tutela della collettività nazionale.

Noi ci siamo e vogliamo essere un Movimento  serio che sa con esattezza cosa fare anche in questa situazione che degli scellerati hanno creato. Il nostro pensiero da STATISTI  non è limitato ai voti da acquisire alle prossime elezione, ma vogliamo pensare al domani dei nostri figli e dei nostri nipoti. Vogliamo lasciare loro un PAESE bello e libero che sa accogliere ed integrare coloro che vogliono diventare cittadini eguali agli altri senza immigrati che trasformino il nostro PAESE con usi, costumi, fede diversi. Chi viene da noi se lo vuole potrà restare, ma alle nostre condizioni altrimenti se ne vada o verrà espulso.

Noi suggeriamo come limitare al massimo tutti i pericoli dall’Islam.

Siamo in guerra e occorre procedere con azioni conseguenti.

1-Chiudere le frontiere

2- Rispedire a casa loro tutti i fedeli islamici

3- Incarcerare gli islamici italiani ( non potendoli rispedire a casa loro essendo italiani).

Lo fecero gli americani con i cittadini americani di etnia giapponese dopo Pearl Harbor

Vietare in Italia di professare l’Islam, chiudere subito tutte le moschee o i luoghi di riunione, con ergastolo a lavori forzati per coloro che violeranno la legge.

4-Armare sul posto coloro che si dichiarano contro gli estremisti islamici, affinché a casa loro combattano contro gli estremisti stessi. Se non combattono significa che sono estremisti e pertanto verranno abbandonati nelle loro terre al loro destino e quindi intervenire in Libia e in Siria.

Proposte efficaci, dopo quanto è accaduto a Parigi.

UNIAMOCI E CAMBIAMO LA CASTA E LE CASTE – FORZA POSSIAMO TORNATE AD ESSERE GRANDI CON LA NOSTRA CULTURA , LE NOSTRE CAPACITA’ , LA NOSTRA STORIA

RINASCERE. INFO

 

ITALIANITA’

Il Premier continua ad informarci che è iniziata la ripresa, ma la GENTE normale continua ad avere problemi: vedi i 4,2 milioni di Connazionali alla povertà, vedi i Disoccupati, vedi gli Esodati, i Pensionati che per poter vivere devono emigrare in Paesi con fiscalità e costo della vita inferiori, e l’elenco potrebbe continuare, ma la ripresa è cominciata a suo dire ed ha fatto anche le RIFORME. Infatti siamo alla 132 settimana decisiva  per l’eliminazione delle Province e tutte le altre riforme sono solo servite per distrarre dai problemi veri di noi ITALIANI.  Questi messaggi servono per tentare di ottenere voti nelle prossime amministrative ed è ancora una volta il “ vecchio sistema “ che ci governa.  Credo che in condizioni diverse forse la RIPRESA vera ci sarebbe stata prima come abbiamo constatato nelle crisi precedenti  e soprattutto se avessimo avuto la sovranità monetaria che ci avrebbe permesso manovre utili alle imprese. Ecco perché continuo a ripetere che dobbiamo azzerare tutto per ripartire e RINASCERE. Gente normale e non “ corrotta “  dalla politica, gente che sa cosa vuol dire arrivare alla fine del mese, gente che sappia che prima di tutto vengono gli ITALIANI  e che non si possono spendere i soldi degli Italiani per tutti meno che per i nostri Connazionali. Ecco perché con RINASCERE proponiamo : sovranità monetaria, reddito di Italianità e di Cittadinanza. FORZA UNIAMOCI E AZZERIAMO QUESTA CLASSE POLITICA CHE TUTTO FA MENO CHE GLI INTERESSI DEL NOSTRO PAESE.

Dacci il tuo consenso su Rinascere.info

Minor tassa TV/radio

Speriamo che con il nuovo sistema di riscossione della tassa TV/radio si possa sperare in una ulteriore riduzione dell’importo. Ben venga pagare tutti e pagare meno.Inevitabilmente ci saranno degli errori e la speranza è che la rettifica non impegni e non costi di più della riduzione del canone oggi effettuata. Spero che i Dirigenti preposti approntino una procedura anche informatica semplice e rapida.  Nel contempo spero anche si si proceda ad una verifica ed ad una riduzione dei costi di gestione, personale compreso, dato che il lavoro in RAI diretto o indiretto non deve essere una  “ rendita “.Anche qui il nuovo Consiglio di Amministrazione dovrebbe mettere le  “ mani “ e capire dove ci sono gli sprechi. Meno costi meno canone.