B U G I E – SEMPRE BUGIE – QUESTA E’ LA POLITICA

Non da oggi, ma oggi più pressante, la campagna elettorale fa dire ai politici che contano, segretario del PD, la sua lunga mano il Presidente del Consiglio e a tutti gli accoliti di contorno, che stiamo vivendo in un PAESE MERAVIGLIOSO, che l’economia è in ripresa, che grazie alla loro attività si sono creati quasi un milione di posti di lavoro e via dicendo. Gli imprenditori sono un puro caso. Se così fosse, non dovremmo avere un debito pubblico impressionante e che ci creerà un sacco di problemi quando Draghi non sarà più alla BCE con l’incremento dei tassi di interesse, ma guardare lontano non è compito degli amministratori che abbiamo, di una CASTA e di CASTE che pensano sempre e solo a sé stessi e si sistemano per la vita a danno dei quattro milioni di POVERI, dei disoccupati, dei cassa integrati, delle fabbriche in difficoltà, delle imposte e tasse pazzesche e tanto altro. Tutto questo non conta, contano di più i “ regali “ da fare in occasione delle politiche e delle amministrative fra qualche mese e quindi poter dire e vantare ciò che “ furbescamente “ hanno erogato senza però dirci dove andranno a prendere i soldi necessari visto che la riduzione delle spese è un sogno, che gli addetti a questo settore non ci dicono cosa fanno, che abbiamo rischiato l’aumento dell’IVA a danno dei consumi e delle classi più povere e che tuttora abbiamo in sospeso la decisione dell’europa circa una ulteriore manovra per 3,5 miliardi. Sempre il bilancio è giocato in modo di dare apparente quadratura, ma che realmente presenta tutte le pecche di una società al disastro economico e finanziario. Anche il CENTRO DESTRA fa promesse elettorali promettendo soldi a tutti, riduzione di imposte e tasse e altro, ma mai una volta che ci venga detto dove saranno prese le risorse occorrenti. Questa è la CASTA che vorrebbe rappresentarci, questi sono i PADRONI DEL VAPORE grazie alla nostra acquiescenza. Fare promesse non costa niente, il problema è mantenerle con un bilancio corretto ed un rientro dal debito pubblico. Vogliamo continuare così allora o non andiamo a votare o votiamo sempre questi bugiardi.  Penso al contrario che occorra un quarto polo e GRANDE NORD può rappresentare questa via d’uscita. Esso è  una confederazione aperta a tutti e composta da GENTE COMUNE che lavora, che gestisce fabbriche, da operai ed impiegati che sanno cosa vuol dire lavorare e tirare la fine del mese, da pensionati con esperienze di lavoro importanti, insomma da gente che non ha in mente la “ professione del politico “ , ma la voglia ed il desiderio di lavorare per la GENTE di tutta la penisola utilizzando le differenze e facendole gestire al fine di ottenete i risultati desiderati:  UNO STATO FEDERALE EFFICIENTE ed attento alla GENTE senza  B U G I E     .

 

il “non voto “

Un personaggio su rete TV nazionale ha affermato che ”  il non voto è sempre più motivato perché è un messaggio alla CASTA” . Non sono  d’accordo su questa affermazione. Il non voto è solo la dimostrazione del disgusto verso la CASTA imperante, ma dovrebbe essere evidenziato che  questo atteggiamento permette alla CASTA di continuare a gestire impunemente anzi facendoli rallegrare visto che possibili oppositori non votano,  dato che i ” fedelissimi ” continueranno a votarli per le convenienze personali o di gruppo e quindi a mantenerli ben saldi sulla poltrone che hanno conquistato. Occorre un nuovo ” 68 ” serio e costruttivo che lanci GENTE NUOVA convinta che ” la politica dopo la preghiera è la più alta forma di carità ”  ( Paolo VI) e che pertanto va esercitata nell’interesse generale e che non si deve diventare professionisti della politica che hanno rovinato l’intero Paese sia moralmente che economicamente. Ecco perché da sempre ripeto che le persone normali devono unirsi per rinnovare e rifondare il Paese adeguandolo alle nuove realtà quotidiane ed abbandonando tutto ciò che impedisce per ridiventare grandi. Alle regionali sarà presente un gruppo nuovo al quale ho aderito perché vi è una condivisione delle idee e pertanto vi invito a votare GRANDE NORD e se vorrete essere attivi aderite iscrivendovi a mezzo del sito www.grandenord.com