Il premier ungherese Viktor Orban non ha dubbi: «Una nazione che non è capace di difendere i suoi interessi non è una nazione, nemmeno esiste, e scomparirà», ha affermato in un’intervista. «Dai nostri vicini, dai Paesi che condividono il progetto europeo abbiamo diritto di pretendere solidarietà», è la risposta di Gentiloni, «non accettiamo lezioni né parole minacciose. Serenamente ci limitiamo a dire che noi facciamo il nostro dovere e pretendiamo che l’Europa faccia il proprio senza darci improbabili lezioni».

Dalla risposta del nostro Premier possiamo capire, se ancora ce ne fosse bisogno, di come è la CASTA che ci governa. Il Gentiloni di turno non ha ancora capito ieri e oggi che concordare con l’Europa di accogliere migranti di ogni tipo in cambio di soldi o di flessibilità non è governare, queste decisioni sono solo un danno per il Paese e per tutti i suoi Cittadini. E’ incredibile che si pensi sempre a Cittadini di altri Paesi e ci si dimentichi dei 5 milioni di nostri Connazionali alla fame e di tutti gli altri problemi che non elenco ma che conosciamo, non ultimo la necessità di investimenti pubblici per aggiornare il Paese e creare VERE condizioni di sviluppo e quindi occasioni di lavoro.

Certo fare queste cose presuppone Governanti capaci ed intelligenti, mentre NOI abbiamo eletto dei professionisti della politica che hanno un solo obiettivo :  CONSERVARE LA POLTRONA .

Ecco perché da sempre ripeto che dobbiamo unirci, senza sofismi, per CAMBIARE LA CASTA ed eleggere in Parlamento persone normali capaci ed oneste che rappresentino la quasi totalità del Paese che vuole serietà, onestà, chiarezza della gestione ed un Paese moderno gestito con costi normali e non con le solite ” furbizie ” che ci contraddistinguono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *