LEGGE ELETTORALE

Non so bene se siamo alla 102 o 103ma settimana decisiva per la eliminazione delle provincie e per la legge elettorale.

E’ certo che la legge elettorale  deve essere  rifatta ed è  altrettanto certo che la stessa  deve “ salvaguar-dare “ l’esistente altrimenti questi nostri Dirigenti dove andranno a finire dato che forse neanche i vitalizi e le pensioni potranno loro bastare, basterebbe riconoscere loro la pensione minima di circa 480,00 euro mese e sicuramente si renderebbero conto di come vivono nel lusso i loro Connazionali che percepiscono tale pensione, ma i dissapori per il mantenimento del posto sono sempre più forti tant’è che il Premier è disposto a far mettere mano alle norme di modifica del SENATO. Non dovrebbe essere eliminato?

Vi sembra questo il modo corretto di agire di Dirigenti Nazionali che dovrebbero avere a cuore il PAESE e i suoi Cittadini nuovi e vecchi,  e di parlamentari  che tali non dovrebbero essere dopo le pronunce della Corte Costituzionale sulla legge elettorale che li ha eletti.

Certo occorre avere una legge che dia la rappresentanza degli elettori a delegati e che la maggioranza che ne scaturisce possa governare, ma occorre cambiare il sistema e far eleggere il Premier  e richiedere  l’approvazione del suo programma politico- economico  agli Elettori. Occorre poi una opposizione che lavori con la maggioranza per migliorare i provvedimenti  e non per rallentare le decisioni . Occorre capire che siamo un PAESE per con tutte le differenze delle varie zone .

Ecco perché occorre azzerare il tutto e ripartire – ecco perché occorre

                                                               R I N A S C E R E

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *